Mercati: i problemi sono ancora da risolvere

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
NZT.SG1,5020,016
TQIF.EX0,610,00
PMI.MI0,690,03
FTSEMIB.MI21.613,30+78,78

Di seguito riportiamo l’intervista sull’indice Ftse Mib (Milano: FTSEMIB.MI - notizie) e su alcune delle blue chips quotate a Piazza Affari, con domande rivolte a Gabriele Bellelli, trader indipendente e analista tecnico finanziario.

L’indice Ftse Mib continua a muoversi a poca distanza dai recenti minimi di periodo, senza essere riuscito a dare vita ad un rimbalzo degno di nota fino ad ora. Come interpretare l’attuale situazione del mercato? La mia impressione è che il vento stia cambiando. Dopo un periodo spensierato in cui il mercato ha fatto finta di dimenticarsi dei problemi economico – finanziari , aiutato anche dalla imponente mole di denaro “regalato” da Draghi, adesso gli investitori si sono come di incanto svegliati ed hanno scoperto che i problemi erano e sono tutt’ora sul tavolo da risolvere. In quest’ottica credo che l’attuale rimbalzo sia più un’opportunità per aprire posizioni short piuttosto che per entrare nuovamente al rialzo. Nella migliore delle ipotesi credo che si andrà in laterale ma non vedo forza per riprendere la strada rialzista.

Banca Popolare di Milano (Milano: PMI.MI - notizie) e Banca Popolare dell’Emilia Romagna si sono messi in evidenza ieri nel settore di riferimento. Quali indicazioni operative ci può fornire per questi due titoli? Dopo ribassi violenti, sono normali rimbalzi altrettanto violenti. Al momento però non acquisterei nessun titolo bancario. Anzi aspetterei un segnale di ripartenza ribassista, come un oops ribassista o un key reversal day, per eventualmente aprire posizioni short.

ENI (EUREX: E1NT.EX - notizie) si sta spingendo in direzione dei 16 euro, mentre Saipem (Dusseldorf: 577305.DU - notizie) è riuscito a riconquistare la soglia dei 37 euro. Alla luce anche del recente andamento dei prezzi del petrolio, consiglierebbe di puntare su questi due temi? , Ieri il titolo Eni ha disegnato un hammer, che è una configurazione delle candele giapponesi che potremmo definire con implicazioni di inversione rialzista, dopo una violenta correzione e mi sembra prossima ad un rimbalzo. Sopra il massimo di 16,51 euro ( senza che si formino però gap up in apertura ) potrebbe essere un’occasione per un veloce mordi e fuggi.

Saipem invece mi sembra impegnata in un rimbalzo ma non vedo spunti operativi degni di nota.

Telecom Italia (EUREX: TQIF.EX - notizie) si è riportata nuovamente a poca distanza dall’area di 0,8 euro, mentre STM è riuscito a difendere la soglia dei 5 euro. Quali strategie ci può suggerire per questi due titoli? Telecom (Stoccarda: 882336 - notizie) ha disegnato un hammer dopo un forte ribasso per cui vale lo stesso discorso fatto per il titolo Eni. Sopra il massimo di 0,828 euro ( in assenza di gap up ) è possibile cogliere un mordi e fuggi veloce e con stop loss stretto. Stm sembrerebbe voler rimbalzare ma non saprei indicare in questo momento una strategia con un buon rapporto di rischio – rendimento.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.613,30 0,37% 17 apr 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.155,81 0,53% 17 apr 17:50 CEST
Ftse 100 6.625,25 0,62% 17 apr 17:35 CEST
Dax 9.409,71 0,99% 17 apr 17:45 CEST
Dow Jones 16.408,54 0,10% 17 apr 22:31 CEST
Nikkei 225 14.516,27 0,68% 08:00 CEST

Ultime notizie dai mercati