Italia Markets close in 6 hrs 6 mins

Mercati al test delle elezioni di midterm: i titoli da preferire

Davide Pantaleo
 

Di (KSE: 003160.KS - notizie) seguito riportiamo l’intervista realizzata a Pietro Origlia con domande sull’indice Ftse Mib e su alcune delle blue chips quotate a Piazza Affari.

Il Ftse Mib ha arrestato la sua ascesa dopo il test di area 19.500. Si aspetta ulteriori recuperi nelle prossime sedute?

Dopo aver recuperato alcune posizioni la scorsa settimana, si ferma al momento il rimbalzo sui principali mercati azionari del Vecchio Continente. Le Borse pagano pegno da una parte ad alcuni deludenti dati macro, ma soprattutto alla situazione politica presente nel nostro Paese, con l'UE che si aspetta dei correttivi alla manovra finanziaria.

In questo contesto un nuovo test sui mercati arriverà in queste ore con i risultati elettorali di metà mandato in America, evento questo che potrebbe cambiare il volto del Congresso, complicando la vita del Presidente Trump.

Sul mercato delle valute rimane sempre debole l'EURO che nei confronti del DOLLARO passa di mano nei pressi degli 1.14, mentre tra le Materie Prime prosegue la discesa del prezzo del PETROLIO atteso al test dei 60 dollari al barile.

Arrivando a dare uno sguardo al nostro indice principale, ci accorgiamo che le prime due sedute della settimana possiamo leggerle nell'ottica di un consolidamento dopo il recupero della settimana precedente.

Nel (Londra: 0E4Q.L - notizie) breve importante sarà la tenuta dei 19mila punti, sopra i quali il FTSE Mib potrebbe riprendere la strada dei rialzi in direzione dei 19.500 punti prima e a seguire dei 19.900 punti.
Al contrario, con il ritorno sotto area 19mila, crescerebbero le chance di un ritorno sui minimi del 2018 in area 18.400.

Intesa Sanpaolo (Amsterdam: IO6.AS - notizie) ieri ha chiuso in rialzo dopo i conti trimestrali, ma ha rivisto il segno più anche Unicredit (EUREX: DE000A163206.EX - notizie) . Qual è la sua view su questi due titoli?

I buoni dati arrivati da INTESA SANPAOLO hanno dato smalto al titolo che ha riagganciato la soglia dei 2 euro.
Oltre questo livello si potrebbero avere nuovi allunghi in direzione delle forti resistenze poste in area 2.13 euro, ma sarà solo oltre questa barriera che si avrebbero segnali di positività.

Anche UNICREDIT è atteso al test della trimestrale nelle prossime ore. Graficamente primi segnali di acquisto si avrebbero solo oltre i 12.20 euro.

Vorresti imparare a fare trading come Pietro Origlia?

Iscriviti da qui  per rimanere sempre aggiornato sugli eventi di formazione gratuita di  Trend-Online.com

Ferrari (Xetra: 30092157.DE - notizie) ieri ha perso ancora terreno sulla scia della trimestrale, mentre si è difeso decisamente meglio Fca. Cosa può dirci di questi due titoli?

Situazione delicata per FERRARI che con la perdita dei 97.5 euro dovrebbe vedere proseguire le vendite in direzione dei 94.5 euro.

Fase interessante invece per FCA che oltre i 14.5 euro invierebbe un segnale di acquisto, con primi target sui 15 euro.

Campari (Milano: CPR.MI - notizie) ieri ha messo a segno la migliore performance tra le blue chips, ma è riuscito a fare bene anche Mediaset (Londra: 0NE1.L - notizie) . Quali indicazioni ci può fornire per entrambi?

Buoni volumi e ottima performance in scia ai dati trimestrali per il titolo CAMPARI, con i prezzi che si portano in direzione dei 7.2 euro. Al di sopra di questo livello proseguirebbe il trend rialzista partito nella seconda parte del mese di ottobre.

Segnali interessanti giungono anche da MEDIASET che rompe le resistenze posizionate sui 2.8 euro, oltre cui si avrebbe un primo target sulla soglia dei 3 euro.

Quali sono i titoli che sta seguendo più da vicino in questa fase? A quali consiglia di guardare ora?

Tra i titoli interessanti segnalo FINECOBANK (MDD: FBK.MDD - notizie) oltre i 10 euro, MONDADORI con conferme sopra area 1.56 euro ed infine ESPRINET (Londra: 0NFS.L - notizie) con la tenuta dei 4 euro.

Buon trading a tutti

Per consultare le PERFORMANCE dei nostri PORTAFOGLI clicca qui

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online