Mercati Usa: migliora il sentiment degli investitori, nel 2013 il driver saranno i consumi interni

Migliora il sentiment degli investitori americani sul futuro dei mercati. Secondo il sentiment survey settimanale di AAII, l’associazione degli investitori privati americani, la quota di coloro che vedono il toro farla da padrone la prossima settimana è salita del 5,1%, raggiungendo il 40,9% del campione totale, preso dai 150 mila membri dell’Associazione stessa. +1,3% invece per la quota di “neutral”, mentre i pessimisti sono il 6,4% in meno della scorsa settimana, per un totale del 34,4%. Sulle prospettive di lungo termine, neutrali e ribassisti sono alla pari: una media del 30,4% degli investitori vede nero o grigio, mentre è il 39% a prevedere rialzi nel lungo periodo. I numeri di AAII sembrano confermati dall’ultimo market outlook dell’agenzia di rating Moody’s, che prevede come, nell’anno che sta per aprirsi, un sostegno ai mercati statunitensi proverrà dai consumi interni. Dopo un anno in cui l’indice di fiducia dei consumatori Usa ha registrato cattive performance, argomenta infatti l’agenzia di rating, l’anno prossimo dovrebbe rafforzarsi: già nell’ultimo mese l’indice ha sfiorato i massimi da cinque anni, a 73,7 punti. Le aspettative sull’economia sono anche in miglioramento, con l’indice che si attesta ad 85,1 punti, creando un ulteriore supporto per l’aumento futuro delle spese private.

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito