Italia Markets closed

Mercato candidato a nuovi progressi: i market movers da seguire

Davide Pantaleo
 

Ancora una chiusura con il segno più per le Borse europee che oggi però hanno vissuto una seduta senza infamia e senza lode. Il Ftse100 si è accontentato di un frazionale rialzo dello 0,03%, preceduto dal Dax30 e dal Cac40 che sono saliti rispettivamente dello 0,08% e dello 0,15%.

Ftse Mib pronto ad un nuovo test dei top dell'anno?

A salire sul podio è stata Piazza Affari che ha visto il Ftse Mib terminare le contrattazioni a 22.629 punti, con un vantaggio dell'1,12%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 22.650 e un minimo a 22.376 punti.
L'indice ha vissuto l'intera seduta in positivo e dopo aver riconquistato la soglia dei 22.500 punti, si è spinto ancora in avanti, fermandosi oltre quota 22.600.

Come anticipato ieri, la riconquista di area 22.500 ha portato nuovi acquisti e a questo punto diventa più probabile un ritorno dell'indice sui massimi dell'anno in area 22.800/22.850. Vista la buona reazione registrata in area 22.000, ci aspettano che i precedenti top siano anche superati, con primo approdo in area 23.000. La violazione di questa soglia psicologica spingerà ulteriormente in avanti il Ftse Mib verso i 23.200 prima e i 23.500 in un secondo momento.

Eventuali ritorni al di sotto dei 22.500 potrebbe indebolire la spinta rialzista del mercato, con il rischio di flessioni verso i 22.350 punti prima e i 22.200/22.150 in seguito, segnalando come step successivo la soglia psicologica dei 22.000 punti da cui è partito il rimbalzo in atto.
Ci aspettiamo una prosecuzione degli acquisti verso gli obiettivi segnalati prima, alla luce anche della buona impostazione degli indici americani da cui potrebbe arrivare un'ulteriore spinta al rialzo.

I market movers in America

Per domani sul fronte macro Usa si segnala l'indice settimanale relativo alle richieste di mutui ipotecari, ma ancor più rilevante sarà l'aggiornamento sugli ordini di beni durevoli che nella versione preliminare di settembre dovrebbero mostrare una variazione positiva dello 0,9% rispetto al rialzo del 2% precedente, mentre al netto della componente trasporti si prevede un rialzo dello 0,5%, in linea con la lettura di agosto.
Per le vendite di nuove case a settembre si prevede un calo da 560mila a 550mila unità. Nel (Londra: 0E4Q.L - notizie) pomeriggio sarà diffuso il consueto report sulle scorte strategiche di petrolio da parte del Dipartimento dell'energia. 

Sul versante societario da seguire prima dell'avvio degli scambi a Wall Street i conti del terzo trimestre di Visa (Xetra: A0NC7B - notizie) e Coca-Cola, dai quali ci si attende un utile per azione pari rispettivamente a 0,85 e a 0,49 dollari, mentre a mercati chiusi l'attenzione si sposterà sulla trimestrale di Amgen (NasdaqGS: AMGN - notizie) che per non deludere le attese dovrà centrare l'obiettivo di un eps pari a 3,11 dollari.

I dati macro e gli eventi in Europa

In Europa si guarderà alla Germania dove sarà diffuso l'indice IFO che ad ottobre dovrebbe calare frazionalmente da 115,2 a 115,1 punti.
Da seguire sempre in terra tedesca l'asta dei titoli di Stato con scadenza nel 2027 per un importo massimo di 3 miliardi di euro.

I titoli da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari diffonderanno i conti del terzo trimestre Amplifon (Londra: 0N61.L - notizie) , Coima Res, Gedi Gruppo Editoriale e IT Way.
Sotto i riflettori Moncler che oggi a mercati chiusi ha reso noto di aver archiviato i primi nove mesi dell'anno con un fatturato pari a 736,8 milioni di euro, in crescita tendenziale del 15% che si traduce in un progresso del 16% a cambi costanti.

Da segnalare che per domani è atteso il ritorno a Piazza Affari di Banca Monte Paschi che dopo essere stata sospesa il 22 dicembre discorso tornerà agli scambi partendo da un prezzo pari a 4,28 euro per azione. 

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online