A mercato chiuso - 16/1/2013

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
UBI.MI6,840,00
JPAAZ0,00
DIA.MI29,750,45
FINMF9,000,00
BMPS.MI0,250,00

La Borsa di Milano ha chiuso la seduta in ribasso risentendo ancora dell’allarme sulla tripla A statunitense lanciato ieri da Fitch. Già nei primi scambi le vendite sono state protagoniste dopo il tonfo di Tokyo, il peggiore degli ultimi 8 mesi in scia al rafforzamento dello yen. Forti richieste dagli investitori esteri, in particolare quelli del Vecchio continente, per il nuovo Btp a 15 anni. Il Tesoro è tornato a offrire il titolo a 15 anni a oltre 2 anni di distanza (settembre 2010) dall’ultima emissione con analoga durata. Sono stati assegnati titoli per 6 miliardi di euro con richieste che hanno superato gli 11 miliardi. Sul fronte macro la produzione industriale Usa di dicembre è cresciuta dello 0,3%, rispettando le attese degli analisti. In questo quadro a Piazza Affari l’indice Ftse Mib (Milano: FTSEMIB.MI - notizie) ha ceduto lo 0,88% a 17.314 punti. Giornata no per i titoli del comparto bancario: Mediobanca (Milano: MB.MI - notizie) ha ceduto il 3,22% a 5,255 euro, Banco Popolare (Milano: BP.MI - notizie) il 2,87% a 1,488 euro, Ubi Banca (Milano: UBI.MI - notizie) il 2,44% a 3,844 euro, Unicredit (Milano: UCG.MI - notizie) l’1,72% a 4,238 euro, Monte dei Paschi (Milano: BMPS.MI - notizie) il 2,27% a 0,293 euro, Intesa SanPaolo (Milano: ISP.MI - notizie) il 2,07% a 1,465 euro. Tonfo di Mediaset (Other OTC: MDIUY - notizie) , che ha perso il 4,42% a 1,75 euro, in scia al downgrade di JP Morgan (Other OTC: JPAAZ - notizie) , che ha tagliato il giudizio sul titolo del gruppo di Cologno Monzese a neutral da overweight. La raccolta pubblicitaria, hanno spiegato gli analisti della banca Usa, rimane debole nel sud dell’Europa, mentre mostra una lieve crescita in nord Europa e una debole visibilità nel 2013. “Consigliamo di prendere profitto ora sulle azioni e aspettare un migliore punto d’ingresso in scia ad un miglioramento del mercato pubblicitario”, si legge nel report. Debole Fiat (-2,03% a 4,238 euro) che nel 2012 ha registrato in Europa (Ue27+Efta) un calo del 15,8% delle immatricolazioni a 798.542 con una quota di mercato scesa al 6,4% rispetto al 7% del 2011. Nel solo mese di dicembre le immatricolazioni del Lingotto sono scese del 17,9% a 50.563 unità con una market share al 6% (6,2% nello stesso periodo dell'anno prima). Da Detroit, nella serata di ieri, è arrivato l’accordo tra Fiat (Milano: F.MI - notizie) , Chrysler (Xetra: 710000 - notizie) e Guangzhou Automobile Group (Gac) per ampliare la loro collaborazione nella produzione e vendita di autovetture in Cina. Ansaldo STS (Other OTC: ASDOF - notizie) ha lasciato sul parterre lo 0,50% a 7,025 euro con gli analisti di Mediobanca che hanno ridotto il giudizio sulla controllata di Finmeccanica (Other OTC: FINMF - notizie) a neutral da outperform. Campari (Milano: CPR.MI - notizie) (-0,26% a 5,775 euro) ha pagato il downgrade di Nomura. Gli analisti della casa d’affari giapponese hanno tagliato il giudizio sulla società milanese del celebre aperitivo a neutral da buy e il titolo mostra una flessione di circa 2 punti percentuali a 5,68 euro. “Nonostante pensiamo che nel medio termine il gruppo rimanga attraente, ci aspettiamo alcuni momenti di debolezza nel breve periodo in scia al rischio di volatilità sul mercato italiano, che vale circa il 26% dei ricavi del gruppo”, ha scritto Nomura nella nota odierna. Tra i migliori Tod’s (+2,67% a 99,90 euro) che ha sfruttato la promozione di BofA Merrill Lynch a buy, mentre la maglia rosa è stata indossata da Diasorin (Milano: DIA.MI - notizie) con un +3,99% a 28,64 euro.

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.819,48 0,66% 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.189,81 0,44% 17:50 CEST
Ftse 100 6.703,00 0,42% 17:35 CEST
Dax 9.548,68 0,05% 17:45 CEST
Dow Jones 16.523,85 0,13% 19:19 CEST
Nikkei 225 14.404,99 0,97% 08:00 CEST

Ultime notizie dai mercati