A mercato chiuso - 28/12/2012

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
UBI.MI7,000,53
MB.MI8,020,59
BMPS.MI0,240,01
UCG.MI6,490,01
ISP.MI2,430,02

La Borsa di Milano ha chiuso l'ultima seduta del 2012 in rosso ma mette in archivio un bilancio annuale positivo. Secondo quanto comunicato da Borsa Italiana su dati aggiornati al 21 dicembre, il Ftse Mib Storico ha registrato un progresso del 9,79% rispetto a fine 2011 con la capitalizzazione complessiva salita a 364,1 miliardi di euro pari al 22,5% del Pil. Piazza Affari ha risentito ancora dell'incognita fiscal cliff Usa: il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha chiamato oggi a raccolta (alle 21 ora italiana) alla White House i leader repubblicani e democratici del Congresso per tentare di trovare in extremis un accordo e scongiurare il baratro fiscale. Non è servito a risollevare l'umore della borsa meneghina il buon esito dell'asta Btp. Il Tesoro italiano ha collocato 3 miliardi di titoli ad un rendimento medio del 4,48%, in leggera crescita rispetto al 4,45% dell'asta dello scorso 29 novembre. Particolarmente sostenuta la domanda: il rapporto "bid to cover", ossia il rapporto tra domanda ed offerta, si è attestata a quota 1,47, in netto rialzo rispetto all'1,18 dell'ultimo collocamento. In area 317 punti base lo spread Btp-Bund con il rendimento del Btp decennale al 4,48%. In questo quadro a Piazza Affari il Ftse Mib (Milano: FTSEMIB.MI - notizie) ha mostrato un calo dello 0,82% a a 16.273,38 punti e il Ftse All Share (FTSE: ^FTAS - notizie) si è attestato a quota 17.175,35 in flessione dello 0,80%. In rosso Unicredit (Milano: UCG.MI - notizie) (-1,07% a 3,706 euro), il cui titolo secondo i dati di Borsa Italiana è stato il più scambiato del 2012 sia per controvalore, con un totale di 89,9 miliardi di euro, sia in termini di contratti con 6,7 milioni di contratti. Giù le altre azioni del comparto bancario: dello 0,51% a 3,506 euro Ubi Banca (Milano: UBI.MI - notizie) , dello 0,17% a 4,662 euro Mediobanca (Milano: MB.MI - notizie) , dello 0,90% a 0,452 euro Popolare di Milano, dello 0,29% a 5,23 euro Bper, dello 0,55% a 1,258 euro Banco Popolare (Milano: BP.MI - notizie) e dello 0,99% a 1,30 euro Intesa Sanpaolo (Milano: ISP.MI - notizie) . In controtendenza Monte dei Paschi (Milano: BMPS.MI - notizie) che ha guadagnato lo 0,67% a 0,2257 euro. Debole Enel che ha chiuso in ribasso dell'1,81% a 3,138 euro. Ieri il colosso energetico ha comunicato che nel corso dell’esercizio 2013 non è prevista la distribuzione di alcun acconto sui dividendi maturati nell’esercizio stesso. Per quanto riguarda il calendario dei dividendi che formeranno oggetto di pagamento nel corso del 2013, si prevede che il dividendo relativo all’esercizio 2012 verrà messo in pagamento il 27 giugno 2013, con “data stacco” coincidente con il 24 giugno 2013. Negativa Impregilo (-0,67% a 3,534 euro) dopo uno sprint iniziale in scia alla notizia giunta ieri del perfezionamento della cessione a Primav del 19% del capitale sociale di Ecorodovias.

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito