A mercato chiuso - 3/1/2013

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
DAI.DE67,750,10
FTSEMIB.MI21.819,48+143,73
F.MI8,740,14
IPG.MI0,00
TIT.MI0,890,01

Dopo aver trascorso buona parte della seduta in territorio negativo, Piazza Affari ha ripreso vigore nelle ultime battute delle contrattazioni strappando il segno più. L’indice Ftse Mib (Milano: FTSEMIB.MI - notizie) ha così aggiornato i massimi dal marzo 2012 raggiunti alla vigilia andando a chiudere a quota 16.909 punti, in progresso dello 0,10%. Se nella prima parte della seduta a prevalere sono stati i timori in vista delle prossime sfide che dovranno affrontare gli Stati Uniti per ridurre il proprio deficit, con Fmi e Moody's che hanno invitato il Paese nordamericano a fare di più in questa direzione, nel pomeriggio buone indicazioni sono arrivate dalle stime Adp sui nuovi posti di lavoro del settore privato a dicembre (+215 mila, consensus era fermo a +133mila), classico antipasto in vista dei dati sul mercato del lavoro statunitense in agenda domani. Intanto nuovi minimi per lo spread. Il differenziale di rendimento tra Btp decennale e Bund tedesco è sceso fino a 274 punti base, sui nuovi minimi da agosto 2011. Il rendimento del decennale italiano risulta del 4,22%, livello più basso dal novembre 2010. Sul parterre di Piazza Affari acquisti convinti su Impregilo (+3,27%), miglior blue chip di giornata sull’onda della maxi-commessa a Panama vinta in joint-venture con il gruppo Salini per un controvalore complessivo di 560 milioni di dollari. La quota di competenza di Impregilo (Milano: IPG.MI - notizie) è pari al 50%. Commessa che vale oltre il 5% della raccolta ordini totale per il gruppo atteso nel 2013. Denaro anche su Finmeccanica (+2,93%) e Telecom Italia (Milano: TIT.MI - notizie) (+2,32%). Recupero nella seconda parte di giornata per Fiat (+1,44%) dopo la partenza fiacca dettata dai deboli riscontri dal mercato auto in Italia. La spinta per risalire per il Lingotto è arrivata dalle forti vendite di Fiat (Milano: F.MI - notizie) -Chrysler (Xetra: 710000 - notizie) negli Usa (+10% a dicembre con un +21% nell’intero 2012) e anche dai dati relativi al Brasile dove Fiat ha chiuso il 2012 con livelli record di produzione e una quota di mercato in crescita al 23,1 per cento rispetto al 22 per cento del 2011.

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.819,48 0,66% 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.189,81 0,44% 17:50 CEST
Ftse 100 6.703,00 0,42% 17:35 CEST
Dax 9.548,68 0,05% 17:45 CEST
Dow Jones 16.495,25 0,04% 20:50 CEST
Nikkei 225 14.404,99 0,97% 08:00 CEST

Ultime notizie dai mercati