A mercato chiuso - 4/2/2013

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
UBI.MI6,990,03
BELI.PA29,400,30
FINMF9,000,00
GLE.PA44,140,11
BMPS.MI0,250,01

Inizio di settimana in profondo rosso per la Borsa di Milano. A Piazza Affari sono tornate le vendite copiose sul comparto bancario e su alcuni pilastri dell’industria tricolore. E’ tornato a salire lo spread Btp-Bund, arrivato oltre quota 280 punti base rispetto ai circa 260 punti base della seduta precedente. Secondo il Wall Street Journal, a pesare sull’andamento dei mercati sono le ultime promesse elettorali di Silvio Berlusconi e le incertezze emerse in Spagna nel weekend. A Madrid sta infatti divampando lo scandalo sui presunti fondi neri del Partito Popolare e i socialisti hanno chiesto le dimissioni del premier Rajoy. Venerdì i dati sul mercato del lavoro Usa hanno mostrato a gennaio la creazione di 157 mila nuovi posti di lavoro, contro attese che indicavano 165 mila nuovi posti. La disoccupazione è salita al 7,9% dal precedente 7,8%. In questo quadro a Piazza Affari l’indice Ftse Mib (Milano: FTSEMIB.MI - notizie) ha ceduto il 4,50% a 16.539 euro. La risalita dello spread ha fatto scattare vendite copiose sui titoli bancari a cominciare da Unicredit (Milano: UCG.MI - notizie) , che ha mostrato un tonfo del 7,73% a 4,276 euro, in scia anche al downgrade di Ubs (Berlino: UBRA.BE - notizie) . Il broker elvetico ha ridotto il giudizio su piazza Cordusio a neutral da buy. Ribassi pesanti anche per gli altri titoli del settore: Monte dei Paschi (Milano: BMPS.MI - notizie) ha ceduto il 4,44% a 0,221 euro, Banco Popolare (Milano: BP.MI - notizie) il 6,37% a 1,44 euro, Mediobanca (Milano: MB.MI - notizie) il 5,65% a 5,09 euro, Popolare di Milano il 5,90% a 0,51 euro, Intesa SanPaolo (Milano: ISP.MI - notizie) il 4,87% a 1,387 euro, Ubi Banca (Milano: UBI.MI - notizie) il 4,93% a 3,622 euro. Rossi significativi anche su alcuni pilastri dell’industria tricolore: Finmeccanica (Other OTC: FINMF - notizie) ha infatti lasciato sul parterre il 6,22% a 4,586 euro, mentre Fiat (Milano: F.MI - notizie) ha perso il 5,04% a 4,294 euro. In un’intervista a La Repubblica, Sergio Marchionne ha fissato nel 2014 la fusione tra il Lingotto e Chrysler (Xetra: 710000 - notizie) , mentre per quanto riguarda il marchio Alfa Romeo il top manager ha dichiarato che non è in vendita ed è un marchio che deve essere ricostruito. Nel frattempo venerdì sera il gruppo torinese ha fatto i conti con il dato sulle immatricolazioni in Italia. Le (Parigi: FR0000072399 - notizie) vendite del Lingotto hanno mostrato un calo del 15,8% a 34.123 vetture ma la quota di mercato è salita al 30,1%. Male anche Fiat Industrial (Other OTC: FNDSF - notizie) (-3,40% a 9,24 euro) che ha sofferto in scia al downgrade di Deutsche Bank (Xetra: 514000 - notizie) . Gli analisti della banca tedesca hanno tagliato il giudizio su Industrial a hold dal precedente buy. Profondo rosso anche Mediaset (Milano: MS.MI - notizie) (-5,86% a 1,848 euro) che, a detta di alcuni analisti, ha sofferto in scia agli ultimi dati sugli ascolti televisivi in Spagna. In controtendenza Saipem (Other OTC: SAPMY - notizie) che ha guadagnato l’1,54% a 20,40 euro in scia alla promozione di Societe Generale (Parigi: FR0000130809 - notizie) . Per gli analisti francesi, ci sono molte ragioni per essere preoccupati per Saipem. L'outlook di lungo termine sui servizi petroliferi europei potrebbe deteriorarsi con l'incremento della produzione statunitense di greggio. E allora perché il buy? Per gli esperti transalpini la guidance sull'Ebit 2013 di 750 milioni di euro è troppo bassa e la capacità di produrre utili di Saipem per il broker è rimasta intatta. Infine "l’effetto emozione" potrebbe ormai essere alle spalle e una fase più "normale" potrebbe essere vicina.

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.876,21 0,27% 11:25 CEST
Eurostoxx 50 3.193,09 0,21% 11:06 CEST
Ftse 100 6.679,87 0,03% 11:06 CEST
Dax 9.581,13 0,20% 11:06 CEST
Dow Jones 16.514,37 0,40% 22 apr 22:30 CEST
Nikkei 225 14.546,27 +1,09% 08:00 CEST

Ultime notizie dai mercati