Italia markets closed
  • FTSE MIB

    21.354,65
    +60,79 (+0,29%)
     
  • Dow Jones

    31.097,26
    +321,83 (+1,05%)
     
  • Nasdaq

    11.127,84
    +99,11 (+0,90%)
     
  • Nikkei 225

    25.935,62
    -457,42 (-1,73%)
     
  • Petrolio

    108,46
    +2,70 (+2,55%)
     
  • BTC-EUR

    18.288,68
    -328,51 (-1,76%)
     
  • CMC Crypto 200

    420,84
    +0,70 (+0,17%)
     
  • Oro

    1.812,90
    +5,60 (+0,31%)
     
  • EUR/USD

    1,0426
    -0,0057 (-0,54%)
     
  • S&P 500

    3.825,33
    +39,95 (+1,06%)
     
  • HANG SENG

    21.859,79
    -137,10 (-0,62%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.448,31
    -6,55 (-0,19%)
     
  • EUR/GBP

    0,8623
    +0,0016 (+0,19%)
     
  • EUR/CHF

    1,0002
    -0,0005 (-0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,3434
    -0,0056 (-0,42%)
     

Mercato lavoro fragile, disoccupazione sfiora 13% in 2015, dice Bankitalia

Un operai movimenta container al porto di Gioia Tauro, in Calabria, 8 novembre 2012. REUTERS/Alessandro Bianchi

ROMA (Reuters) - La moderata ripresa dell'economia italiana attesa tra quest'anno e il prossimo si riverbererà gradualmente sul mercato del lavoro, che resta fragile e sarà segnato anche nel 2015 da un aumento della disoccupazione che sfiorerà il 13% in media annua.

Lo dice Bankitalia nel bollettino economico trimestrale diffuso oggi.

"Il miglioramento dell'economia si trasmetterebbe con i consueti ritardi alle condizioni del mercato del lavoro: l'occupazione potrebbe tornare a espandersi solo nel 2015", spiega il Bollettino, aggiungendo che "l'occupazione, scesa di circa il 2% nel 2013, continuerebbe a ridursi lievemente nei prossimi trimestri per poi aumentare, di circa mezzo punto percentuale, nel 2015".

"L'offerta di lavoro, in leggero calo nel biennio 2013-14, tornerebbe a espandersi nel 2015, per effetto dell'attenuazione del fenomeno di scoraggiamento, indotta dalla ripresa ciclica".

Il Pil dovrebbe crescere dello 0,7% nel 2014 e dell'1% nel 2015 dopo una flessione dell'1,8%, secondo la banca centrale.

"Il tasso di disoccupazione aumenterebbe ancora, portandosi al 12,9% nella media del prossimo anno", dice Bankitalia ricordando che, sulla base di dati Istat, la percentuale dei senza lavoro ha raggiunto il 12,3% nel terzo trimestre e sarebbe ulteriormente salito al 12,6 nel bimestre ottobre-novembre.

"La prolungata debolezza del mercato del lavoro continuerebbe a frenare i consumi delle famiglie, che si stabilizzerebbero nell'anno in corso e crescerebbero a ritmi inferiori a quelli del prodotto nel 2015". Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli