Italia Markets open in 4 hrs 29 mins

Mercedes, i conti non tornano più: utili in picchiata nel 2019

Chiara Merico
Mercedes, i conti non tornano più: utili in picchiata nel 2019

Il gruppo Daimler chiude l’anno con risultato operativo, utile netto e dividendi in forte calo. Pesa lo scandalo del dieselgate

Un “annus horribilis” per il gruppo Daimler, titolare del marchio Mercedes-Benz: la casa tedesca ha chiuso il 2019 con vendite in linea con le stime per 172,7 miliardi di euro, mentre il risultato operativo è sceso da 11,1 a 4,3 miliardi e l’utile netto da 7,6 a 2,7 miliardi.

PROSPETTIVE FOSCHE

E le prospettive non sono positive: per il 2020 il gruppo di Stoccarda prevede un "leggero calo" nelle vendite di veicoli. Le stime vedono in "significativo ribasso” l’utile operativo, mentre i ricavi sono previsti stabili sui livelli del 2019 a 3,34 miliardi di euro. Il dividendo proposto per il 2019 è di 0,9 euro, ben inferiore ai 3,25 euro del 2018: la cifra rientra nella fascia bassa delle stime degli analisti.

TAGLI AL PERSONALE

Nel piano di riduzione dei costi sono previsti tagli al personale per 1,4 miliardi entro la fine del 2022: secondo quanto ha riferito il quotidiano economico tedesco Handelsblatt, saranno fino a 15mila, invece dei 10mila annunciati in precedenza, i posti di lavoro che Daimler taglierà.

Volvo sempre più cinese, sul tavolo fusione con Geely

Volvo sempre più cinese, sul tavolo fusione con Geely


PESA IL DIESELGATE

A pesare è soprattutto lo scandalo legato alla presunta manipolazione dei motori diesel: qualche settimana fa si era saputo che i costi aggiuntivi per il richiamo dei veicoli da gasolio sarebbero stati di 1,5 miliardi oltre a quelli già accantonati in precedenza per il dieselgate, pari a 1,6 miliardi.

MAXI MULTA

Lo scorso settembre la procura di Stoccarda aveva condannato Daimler a pagare una multa da 870 milioni di euro, al termine di un’indagine che avrebbe accertato la violazione delle funzioni di vigilanza nel dipartimento di certificazione del gruppo. I magistrati hanno rilevato in particolare l'infrazione delle norme sulle emissioni in decine di migliaia di veicoli diesel dal 2008.