Italia markets close in 4 hours 54 minutes
  • FTSE MIB

    26.423,36
    +90,37 (+0,34%)
     
  • Dow Jones

    35.457,31
    +198,70 (+0,56%)
     
  • Nasdaq

    15.129,09
    +107,28 (+0,71%)
     
  • Nikkei 225

    29.255,55
    +40,03 (+0,14%)
     
  • Petrolio

    82,09
    -0,87 (-1,05%)
     
  • BTC-EUR

    55.092,27
    +1.140,03 (+2,11%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.482,31
    +18,95 (+1,29%)
     
  • Oro

    1.779,70
    +9,20 (+0,52%)
     
  • EUR/USD

    1,1631
    -0,0007 (-0,06%)
     
  • S&P 500

    4.519,63
    +33,17 (+0,74%)
     
  • HANG SENG

    26.136,02
    +348,81 (+1,35%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.165,35
    -1,48 (-0,04%)
     
  • EUR/GBP

    0,8447
    +0,0015 (+0,18%)
     
  • EUR/CHF

    1,0737
    +0,0005 (+0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,4361
    -0,0014 (-0,10%)
     

Meritocrazia Italia: "Pianeta si ribella, riportare equilibri ambientali al centro dell'agenda politica"

·3 minuto per la lettura

"Il delirio di onnipotenza rende miope l’Uomo, che non sa di essere sotto scacco. Pensa di avere il mondo in mano e non avverte che il Pianeta si ribella. Paga, senza reale consapevolezza, il caro prezzo della propria scelleratezza. Il disagio climatico dell’estate appena trascorsa, con temperature mai registrate prima e alluvioni improvvise e imprevedibili, è il sintomo di un ambiente in rivolta. Riportare gli equilibri ambientali al centro dell’agenda politica e programmare interventi di concretezza è fondamentale. Non c’è più tempo. Diversamente, resteranno poche chance per la tanto auspicata transizione verso un migliore benessere collettivo". E' quanto si legge nel messaggio della domenica del presidente nazionale di Meritocrazia Italia Walter Mauriello pubblicato sul sito dell'associazione con il titolo 'L'ultimatum del Pianeta: meritate la vita, oggi'.

"È vero che i fenomeni metereologici estremi si sono verificati tante volte anche nel passato. Ed è vero che la natura è spesso di per sé imprevedibile e non conosce regolarità. Sono storia le paure degli uomini impotenti dinanzi alle forze della natura, incontrastabili, capaci di vanificare importanti progetti di vita. Si racconta ancora dei riti propiziatori nelle campagne, per scongiurare la siccità o far cessare piogge torrenziali. Ma il contributo dato oggi dall’Uomo al degrado ambientale è dirompente. Timidamente se ne comincia a prendere atto. E la questione ambientale diventa una sorta di totem ideologico", sottolinea Mauriello.

"I più coraggiosi - prosegue - hanno intrapreso battaglie contro l’uso sconsiderato della plastica, per un più adeguato sistema di smaltimento e riciclo, con il vantaggio della creazione di nuovi posti di lavoro, e per la realizzazione di prodotti ecocompatibili. Perché il nemico non è la plastica in sé, ma la totale mancanza di senso civico dei singoli. Senza contare l’impatto deleterio sull’inquinamento dell’aria, della terra e delle acque degli allevamenti intensivi, che finiscono per compromettere la salvaguardia degli habitat e la preziosa biodiversità. La riduzione delle immissioni tossiche è la nostra scialuppa di salvataggio".

"Quello degli sprechi alimentari è altro capitolo che, oggi più che mai, meriterebbe una lettura più attenta. Deforestazioni compiute con opere impressionanti sono un’altra parte del racconto drammatico di questi anni. Si regge tutto su equilibri delicatissimi, facili da alterare e difficilissimi da conservare o ripristinare - osserva Mauriello - Nessun traguardo si raggiunge senza movimento e azione. Nessuna transizione del welfare è possibile con strategie ispirate al bene di un’economia fine a se stessa. Il mondo non è pura meccanica. Si colora di sentimenti ed emozioni. Con concretezza e realismo, dritta al cuore del problema, Meritocrazia farà sempre la sua parte".

"In vista dell’attuazione del Pnrr, i nostri Dipartimenti - sottolinea Mauriello - dedicheranno sempre il focus alle problematiche connesse alla tutela dell’ambiente e proporranno interventi necessari e riforme normative. I consigli regionali provvederanno a un accurato studio delle realtà territoriali, perché se, da un lato, si registra ovunque una corsa sfrenata alla produzione, dall’altro ci sono interi popoli che lottano quotidianamente per la sopravvivenza. La contraddizione della modernità. Il Movimento si farà portatore di modelli virtuosi di condotta responsabile, per sensibilizzazione e smuovere le coscienze".

"Ha tutto a che fare con la necessità di ripristinare una vera equità sociale, quella conquistata con l’affermazione di una meritocrazia solidaristica. Oltre ogni lusinga dell’ego. Bisogna meritare la vita. E la vita si merita soltanto dedicando passione, positività e costanza all’impegno sociale. Perché siamo piccole parti del tutto. Gocce di un oceano di gocce", conclude.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli