Italia markets open in 6 hours 46 minutes

Merkel prende le redini dell'Europa

Emanuele Rigo
 

Quello appena concluso si certifica il miglior trimestre per le borse statunitensi che sembrano ignorare l’andamento dei contagi. I dati macro e gli indicatori di fiducia continuano ad evidenziare una ripresa economica migliore del previsto.

Continuano le tensioni tra Cina e Usa; ad Hong Kong entra in vigore nuova legge sulla sicurezza nazionale; scudo penale per gli agenti e carcere a vita per chiunque venga considerato colpevole di reati come “secessione” “terrorismo” e “collusione con forze straniere”. Inoltre, secondo il Global Times, la Cina sarebbe pronta a introdurre nuove restrizioni per i media statunitensi presenti sul suolo cinese.

Sul versante europeo Inizia il semestre sotto la guida tedesca. In questa fase particolarmente delicata e pregna di aspettative sulle misure che verranno promosse, Angela Merkel si pone alla guida dell’integrazione europea, assumendo un ruolo di maggiore propositività. Principale obiettivo dell’agenda tedesca riguarda l’approvazione del recovery fund da 750 miliardi entro la fine di luglio e il superamento delle divergenze regionali interne all’Europa.

Inoltre, tra gli obiettivi della cancelliera in un’ottica di protezione delle industrie europee vi è la revisione dell’antitrust europeo.

Isabel Schnabel membro tedesco del comitato esecutivo della BCE ha dichiarato che l’importo da 1350 Mld del PEPP potrebbe non essere interamente utilizzato visti i recenti miglioramenti degli indicatori di fiducia, infine potrebbe essere ridotto il ritmo degli acquisti.

Mercati

Chiusure positive a Wall Street ieri con l’indice S&P500 in rialzo del 1.54%. Bene anche il DOW Jones a +0.85% e il NASDAQ a +1.87%.

In Asia sessione contrastata. L’indice Nikkei della borsa di Tokyo chiude a -0.75%. Positive invece le borse cinesi con Shanghai che chiude a +1.38% e Hong Kong a +0.52%.

Avvio di sessione positiva in Europa dopo i dati incoraggianti in arrivo dalla Germania. Il DAX di Francoforte scambia in rialzo dello 0.66%. Il FTSE MIB di Milano avanza dello 0.24% in linea con il FTSE100 di Londra a 0.14%. Sotto la parità il CAC40 di Parigi che scambia a -0.04%.

Forex

Torna una certa cautela sui mercati valutari. La sessione di ieri, tranne un lieve aumento di volatilità, è stata riassorbita su tutti i cambi.

EURUSD

Dopo un iniziale tentativo di attacco verso area 1.1260 il cambio EURUSD è tornato a scambiare in prossimità di 1.12. Viene per ora confermato l’outlook interlocutorio laterale di medio termine con gli scambi compressi tra 1.12 e 1.13590.

USDJPY

Il rapporto tra biglietto verde e divisa nipponica torna in area 107.50 dopo una ripida discesa da quota 108.10. La fase di indebolimento del biglietto verde ha visto una parziale controbilanciamento nella discesa dello yen giapponese. I dati macroeconomici in uscita nella notte hanno visto un miglioramento anche se solo marginale dell’economia del Sol Levante.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online