Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.352,46
    +151,02 (+0,68%)
     
  • Dow Jones

    29.910,37
    +37,90 (+0,13%)
     
  • Nasdaq

    12.205,85
    +111,44 (+0,92%)
     
  • Nikkei 225

    26.644,71
    +107,40 (+0,40%)
     
  • Petrolio

    45,53
    -0,18 (-0,39%)
     
  • BTC-EUR

    15.131,08
    +279,51 (+1,88%)
     
  • CMC Crypto 200

    333,27
    -4,23 (-1,25%)
     
  • Oro

    1.788,10
    -23,10 (-1,28%)
     
  • EUR/USD

    1,1970
    +0,0057 (+0,48%)
     
  • S&P 500

    3.638,35
    +8,70 (+0,24%)
     
  • HANG SENG

    26.894,68
    +75,23 (+0,28%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.527,79
    +16,85 (+0,48%)
     
  • EUR/GBP

    0,8984
    +0,0068 (+0,77%)
     
  • EUR/CHF

    1,0811
    +0,0014 (+0,13%)
     
  • EUR/CAD

    1,5539
    +0,0038 (+0,24%)
     

Mes, Regling: usarlo non creerebbe effetto "stimga" sui mercati

Voz/Loc
·1 minuto per la lettura

Roma, 3 nov. (askanews) - Al Mes "non abbiamo discussioni sull'ipotesi di cambiare le condizioni" della linea di credito sulle spese sanitarie da crisi pandemica, che sono "attraenti dato che i costi di finanziamento sul mercato del Mes, grazie al rating a tripla A sono inferiori a quelli di più della metà degli stati aderenti. Sappiamo che ci sta un dibattito pubblico in alcuni Paesi sull'uso del Mes e sui timori di un eventuale effetto stigma, ma penso che ormai sia ben capito che non ci sarebbe nessuno stigma sul mercato", ha affermato il direttore del Mes, Klaus Regling, nella conferenza stampa al termine dell'Eurogruppo. "Anzi sui mercati ci sarebbe una reazione positiva perché il Paese richiedente risparmierebbe" in termini di costi di rifinanziamento del debito. Infine, Regling ha voluto ricordare che la linea anti Covid del Mes "è disponibile fino a fine 2022, quindi non è urgente usarla ora, mentre era più urgente far ricorso a Sure che aveva una scadenza più ravvicinata".