Italia markets closed
  • FTSE MIB

    19.285,41
    +208,46 (+1,09%)
     
  • Dow Jones

    28.335,57
    -28,09 (-0,10%)
     
  • Nasdaq

    11.548,28
    +42,28 (+0,37%)
     
  • Nikkei 225

    23.516,59
    +42,32 (+0,18%)
     
  • Petrolio

    39,78
    -0,86 (-2,12%)
     
  • BTC-EUR

    10.931,41
    +59,67 (+0,55%)
     
  • CMC Crypto 200

    260,05
    -1,40 (-0,54%)
     
  • Oro

    1.903,40
    -1,20 (-0,06%)
     
  • EUR/USD

    1,1868
    +0,0042 (+0,36%)
     
  • S&P 500

    3.465,39
    +11,90 (+0,34%)
     
  • HANG SENG

    24.918,78
    +132,65 (+0,54%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.198,86
    +27,45 (+0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,9096
    +0,0063 (+0,69%)
     
  • EUR/CHF

    1,0723
    +0,0000 (+0,00%)
     
  • EUR/CAD

    1,5567
    +0,0044 (+0,28%)
     

Mes,Ricci:con no si penalizzano Comuni e diritto salute cittadini

Pol/Vep
·1 minuto per la lettura

Roma, 18 set. (askanews) - "Il Mes è uno strumento fondamentale per rafforzare la sanità territoriale del nostro Paese, soprattutto quella del Mezzogiorno e delle aree che più di altre necessitano di investimenti. L'emergenza sanitaria dei mesi scorsi ha dimostrato a tutti quanto sia importante avere dei presidi territoriali che funzionano bene. Lo Stato deve garantire il diritto alla salute dei cittadini, e il Mes va preso perché offre investimenti fino a 37 miliardi di euro per il potenziamento del nostro sistema sanitario nazionale. Lo vogliono i sindaci, che conoscono molto bene le esigenze dei territori e delle loro comunità, e lo vogliono i cittadini, che chiedono ogni giorno una sanità più forte ed efficiente, a partire proprio dai presidi sanitari locali che sono essenziali per l'integrazione socio-sanitaria. Continuare a tergiversare è inutile e dannoso per tutti". Lo afferma Matteo Ricci, Sindaco Pd di Pesaro e presidente nazionale Ali (Autonomie Locali Italiane).