Italia Markets close in 3 hrs 8 mins

Mes, Tria: complimenti di Conte per accordo, penso vice sapessero

Fgl

Roma, 29 nov. (askanews) - Al termine delle trattative sulla riforma del Meccanismo europeo di stabilità "nelle prime ore del mattino mi arrivò la telefonata di Conte che si complimentò per il risultato raggiunto. Immagino che i due vicepresidenti del Consiglio fossero informati del buon risultato". Lo afferma l'ex ministro dell'economia Giovanni Tria in un'intervista a La Repubblica.

"Le trattative andarono avanti fino all'alba a Bruxelles - ricorda Tria - perché il mandato era quello di non cedere su una questione non secondaria: alcuni Stati volevano che si prevedesse che le metodologie specifiche per valutare la sostenibilità dei debiti sovrani fossero rese pubbliche. Per noi era inaccettabile perché significherebbe aprire una corsa a valutazioni prospettiche anche fantasiose su un tema per noi di stretta competenza della Commissione che è un organo politico. Ci opponemmo e la spuntammo".

"La riforma del Mes non ci danneggia. Ed è meglio che ci sia il Mes piuttosto che non ci sia, anche se noi non abbiamo bisogno di essere salvati" prosegue l'ex ministro confermando che degli sviluppi della trattativa il premier Conte era informato "costantemente come è ovvio".

L'accordo, conclude Tria, è "Soddisfacente. Poteva essere migliore ma qualsiasi istituzione è frutto di un negoziato tra molti governi".