Italia markets open in 8 hours 29 minutes
  • Dow Jones

    26.519,95
    -943,24 (-3,43%)
     
  • Nasdaq

    11.004,87
    -426,48 (-3,73%)
     
  • Nikkei 225

    23.418,51
    -67,29 (-0,29%)
     
  • EUR/USD

    1,1750
    -0,0040 (-0,34%)
     
  • BTC-EUR

    11.310,19
    +105,83 (+0,94%)
     
  • CMC Crypto 200

    261,22
    -11,47 (-4,20%)
     
  • HANG SENG

    24.708,80
    -78,39 (-0,32%)
     
  • S&P 500

    3.271,03
    -119,65 (-3,53%)
     

Messi saluta Suarez e attacca il Barcellona

Primo Piano
·2 minuti per la lettura

Se Leo Messi è rimasto controvoglia al Barcellona, adesso che Luis Suarez è stato venduto all'Atletico Madrid la permanenza della "Pulce" sarà ancora più sofferta. I due sono grandi amici fuori dal campo così come erano compagni perfetti sul rettangolo verde.

Il 10 blaugrana ha salutato in maniera commossa l'uruguayano con un post su Instagram, senza risparmiarsi da alcune parole al veleno nei confronti del Barcellona: "Avresti meritato un addio degno di quello che sei: uno dei più grandi giocatori della storia del club... ma la verità è che a questo punto non mi sorprende più nulla".

Con l'addio di Suarez è rimasta solo la M della famosa MSN, il trio d'attacco forse più forte della storia composto da Messi, Suarez e Neymar. Se però per quest'ultimo il Barcellona ha incassato 222 milioni di euro, la cessione più onerosa di sempre, per l'ex numero 9 del Barca la questione è differente. Finito nella lista dei giocatori "non più utili alla causa" dopo l'arrivo di Ronald Koeman in panchina, all'uruguayano è stato chiesto di trovarsi un'altra squadra, con la società che ha incassato solo un bonus simbolico dall'Atletico Madrid. Non proprio il trattamento che si dovrebbe riservare al terzo miglior marcatore di sempre della storia blaugrana.

VIDEO - Suarez in lacrime: “Addio Barcellona...

Un comportamento che evidentemente non è andato giù neanche a Messi e che lo allontana ancora di più dal Barcellona. Il suo contratto scade nel 2021, ma lui avrebbe voluto andarsene già in questa sessione di mercato. Per cederlo, la dirigenza ha preteso i 700 milioni della clausola, rendendo impossibile il suo addio. Chi pensava che, con la sua permanenza forzata, i rapporti si potessero ricucire forse si sbaglia. Senza il suo migliore amico all'interno dello spogliatoio, la voglia di Messi di cambiare aria l'anno prossimo potrebbe diventare ancora più forte.

VIDEO - Barcellona, Messi torna a lavorare in gruppo