Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.718,81
    -12,08 (-0,05%)
     
  • Dow Jones

    34.347,03
    +152,97 (+0,45%)
     
  • Nasdaq

    11.226,36
    -58,96 (-0,52%)
     
  • Nikkei 225

    28.283,03
    -100,06 (-0,35%)
     
  • Petrolio

    76,28
    -1,66 (-2,13%)
     
  • BTC-EUR

    15.797,30
    -170,63 (-1,07%)
     
  • CMC Crypto 200

    386,97
    +4,32 (+1,13%)
     
  • Oro

    1.754,00
    +8,40 (+0,48%)
     
  • EUR/USD

    1,0405
    -0,0008 (-0,07%)
     
  • S&P 500

    4.026,12
    -1,14 (-0,03%)
     
  • HANG SENG

    17.573,58
    -87,32 (-0,49%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.962,41
    +0,42 (+0,01%)
     
  • EUR/GBP

    0,8595
    +0,0005 (+0,05%)
     
  • EUR/CHF

    0,9837
    +0,0023 (+0,23%)
     
  • EUR/CAD

    1,3906
    +0,0028 (+0,20%)
     

Michel ai 27: "Ora più che mai serve restare uniti"

no credit

AGI - Il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, ha mandato la lettere d'invito ai 27 capi di Stato e di Governo dell'Unione per il vertice informale che si terrà il 6-7 ottobre.

Ovviamente al centro del confronto, "le tre questioni più urgenti - e interconnesse - per tutti noi, vale a dire la guerra della Russia in Ucraina, l'energia e la situazione economica", ha spiegato Michel.

 

Invitation letter https://t.co/5RDL7ooPX4

— Charles Michel (@CharlesMichel) October 2, 2022

 

"Esamineremo il modo migliore per affrontare queste sfide per la nostra economia in generale. Affrontare i prezzi elevati per le famiglie e le imprese, sostenere la crescita e l'occupazione e proteggere le persone vulnerabili che soffrono di più a causa delle bollette energetiche elevate sono la nostra principale preoccupazione. Più che mai, la chiave sarà la nostra capacità di restare uniti e coordinare la nostra risposta politica, in uno spirito di solidarietà e in difesa dei nostri interessi comuni", ha rammentato il presidente del Consiglio europeo.

Da Mosca "passi irresponsabili"

"La guerra in Ucraina continua a infuriare. Purtroppo il Cremlino ha intrapreso passi di escalation irresponsabili: ha organizzato una campagna di mobilitazione nazionale, finti "referendum" coercitivi e l'annessione illegale dei territori dell'Ucraina, e persegue la sua retorica minacciosa. Alla luce di questi sviluppi, dobbiamo rimanere uniti e fermi nella nostra risposta", ha scritto Michel.

"La nostra solidarietà con l'Ucraina e il suo popolo rimane incrollabile. Continueremo a rafforzare le nostre misure restrittive per aumentare ulteriormente la pressione sulla Russia per porre fine alla sua guerra. Al nostro incontro discuteremo di come continuare a fornire un forte sostegno economico, militare, politico e finanziario all'Ucraina per tutto il tempo necessario", ha aggiunto. "Esamineremo anche il modo migliore per proteggere la nostra infrastruttura critica", ha annunciato Michel.