Italia markets open in 7 hours
  • Dow Jones

    34.393,75
    -85,85 (-0,25%)
     
  • Nasdaq

    14.174,14
    +104,72 (+0,74%)
     
  • Nikkei 225

    29.161,80
    +213,07 (+0,74%)
     
  • EUR/USD

    1,2129
    +0,0006 (+0,05%)
     
  • BTC-EUR

    33.402,32
    +923,75 (+2,84%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.010,33
    +41,49 (+4,28%)
     
  • HANG SENG

    28.842,13
    +103,23 (+0,36%)
     
  • S&P 500

    4.255,15
    +7,71 (+0,18%)
     

Michelin mira alla neutralità di carbonio entro il 2050

·2 minuto per la lettura

Per raggiungere la neutralità di carbonio entro il 2050, il gruppo Michelin si è prefissato un primo traguardo al 2030 con obiettivi legati sia ai processi industriali, sia al prodotto finito: ridurre del 50% le emissioni di CO2 dei propri stabilimenti rispetto al 2010 e aumentare il contenuto di materie prime sostenibili in tutti i suoi prodotti al 40%, per raggiungere il 100% entro il 2050. Altro importante tassello della "All Sustainable Strategy" annunciata è la volontà di progredire in tutti gli indicatori (finanziari, ambientali, sociali, culturali) promuovendo innovazione, equità, sicurezza e buone pratiche industriali in ogni stabilimento attraverso quella che è definita la strategia delle tre P (People, Planet, Profit), in cui le necessità di generare profitto deve necessariamente coesistere con le esigenze delle persone e del pianeta.

Per perseguire questi obiettivi la strategia di Michelin poggia su progetti diversificati che, oltre a lavorare su processi industriali sempre più efficienti, comprende l’espansione della propria presenza anche nei campi dei servizi e soluzioni inerenti alla mobilità, nel mercato dei compositi flessibili, stampa 3D, apparecchiature mediche e logistica e, infine, nella produzione di energia rinnovabile a idrogeno, grazie ai sistemi fuel-cell di Symbio, filiale del Gruppo da inizio 2019. Obiettivi ambiziosi che vedono l’Italia tra i paesi che svolgeranno un ruolo fondamentale in questa evoluzione.

Infatti con gli stabilimenti di Cuneo - dedicato alla produzione di pneumatici vettura - e Alessandria per la produzione di pneumatici autocarro, Michelin è il primo fabbricante italiano, con una capacità produttiva installata di oltre 14 milioni di pneumatici/anno. Aggiungendovi Torino dove è presente il reparto per la produzione di semi finiti ed il nuovo European Distribution Center, la direzione commerciale di Milano e l’EDC di Pomezia, Michelin è, con oltre 3800 persone, il primo datore di lavoro italiano nel comparto pneumatici. Una presenza importante, che negli ultimi cinque anni (2016-2020) è stata ulteriormente rafforzata attraverso un investimento complessivo di oltre 308 milioni di euro, i quali hanno contributo a rendere i processi produttivi più efficienti, efficaci e sostenibili.