Milano accende un faro su Eurogruppo, Finmeccanica sotto pressione

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
BELI.PA30,200,22
MB.MI7,970,01
FINMF9,000,00
FTSEMIB.MI21.819,48+143,73

Le (Parigi: FR0000072399 - notizie) piazze europee partono in leggero rialzo nel giorno in cui Wall Street è chiusa per per la festa del Martin Luther King Day e in cui si riunisce l'Eurogruppo (17.00) durante la quale il ministro olandese, Jeroen Dijsselbloem, dovrebbe essere eletto presidente, sostituendo il dimissionario Jean Claude Juncker, all'ottavo anno di mandato.

Tra gli altri temi in agenda, c'è il programma di assistenza finanziaria a Cipro e la revisione del bailout alla Grecia. Domani l'Eurogruppo si allarga ai 27 Paesi dell'Ue. Il focus dell'Ecofin sarà quindi sull'Unione bancaria e sulla ricapitalizzazione diretta delle banche per via del fondo salva Stati Esm. Mercoledì è atteso il via ai lavori del G20 a Davos, in Svizzera.

Intanto la coalizione del cancelliere tedesco, Angela Merkel, ha incassato una sconfitta nelle elezioni in bassa Sassonia con l'alleanza dei social-democratici (Spd) e dei Verdi che ha ottenuto un seggio in più rispetto ai cristiano democratici (Cdu) e ai liberali democratici (Fdp). Merkel punta a riconfermarsi alla guida del Paese ottenendo il terzo mandato nelle elezioni che si terranno a settembre.

La bassa Sassonia però è il quarto Lander tedesco per dimensioni e la vittoria dell'opposizione dà un vantaggio al candidato dei social democratici, Peer Steinbrueck. I cristiano democratici si sono comunque confermati come principale partito del Paese ottenendo il 36% dei voti, in calo di 6,5 punti percentuali rispetto al 2008, secondo i dati preliminari annunciati dalla commissione elettorale della bassa Sassonia. I liberali democratici, la forza minoritaria della coalizione di Merkel, hanno incassato il 9,9% delle preferenze, i social democratici il 32,6% (+2,3% rispetto al 2008) e i Verdi il 13,7%.

Sul fronte obbligazionario, in assenza di aste, lo spread tra Btp e Bund decennali apre a 269 punti rispetto ai 261 della chiusura di venerdì. Il rendimento dei Btp è al 4,19%. A Piazza Affari il Ftse Mib (Milano: FTSEMIB.MI - notizie) sale dello 0,26 % a 17.599 punti. Flette dello 0,69% a 4,92 euro Finmeccanica (Other OTC: FINMF - notizie) dopo che Standard & Poor's ha tagliato il rating di lungo termine da BBB- con outlook negativo a BB+ con outlook stabile, principalmente per i tempi più lunghi nella realizzazione del piano di dismissioni (finora realizzati 260 milioni di euro sul target di un miliardo entro fine 2012).

Finmeccanica ha comunque confermato la guidance 2012: ricavi a 16,9-17,3 miliardi di euro, ebita a circa 1,1 miliardi di euro e free cash flow positivo, oltre all'impegno a realizzare il piano di ristrutturazione e le cessioni. Per cui gli analisti di Banca Imi (add e target price a 4,65 euro confermati sul titolo) restano convinti che Finmeccanica rispetterà il suo programma di ristrutturazione e che eseguirà tempestivamente il suo piano di cessioni .

Tuttavia, pur non avendo significativi impegni di rifinanziamento nel breve (la società, dopo l'emissione del bond, non ha nessun problema di rifinanziamento fino al 2017), "il downgrade di S&P è una notizia negativa", commentano gli analisti di Equita (hold e target price a 4,4 euro), anche perché, aggiungono gli analisti di Mediobanca (Milano: MB.MI - notizie) (underperform e target price a 3,1 euro), la notizia conferma che il ritardo costante del piano di cessioni può mettere a rischio la stabilità finanziaria della società .

Si ricorda che sia Moody's (Baa3/outlook stabile) che Fitch (BBB-/outlook negativo) hanno recentemente confermato l'investment grade. Anche per gli esperti di Intermonte (buy) la notizia del downgrade è sicuramente negativa, dall'altra parte però il pungolo del declassamento dovrebbe accelerare il processo di vendita degli asset non core, principalmente di Ansaldo Energia, per la quale si aspettano le offerte vincolanti entro il 23 gennaio.

La cessione del 55% di Ansaldo Energia dovrebbe concedere circa 715 milioni di euro di cash-in a Finmeccanica; "la somma di tale cash-in e quello derivante dalla vendita Avio, ovvero 260 milioni di euro, sarebbe in linea con l'obiettivo di circa un miliardo di euro", precisano gli analisti di Banca Akros (accumulate e target price a 5 euro), commettando che il timing del downgrade di S&P è strano. "L'alternativa è che S&P non si fida delle capacità del management di Finmeccanica di effettuare la vendita di Ansaldo Energia a breve".

Anche per Ubs (buy e target price a 6 euro) è probabile che il downgrade di Standard & Poor's aumenti il senso di urgenza del management nella vendita di attività non strategiche e nella riduzione del debito, ma il più basso rating potrebbe avere un impatto negativo sulla competitività delle esportazioni del gruppo della Difesa.

Separatamente, ci sarebbero ancora problemi per Ansaldo Breda. Negli ultimi giorni i nuovi treni alta velocità Fyra-V250 consegnati recentemente da Breda alle Ferrovie di Olanda e Belgio hanno subito dei danni in movimento apparentemente causati da un indebito accumulo, sotto i veicoli, di neve, poi trasformatasi in ghiaccio.

Come conseguenza, esisterebbe il rischio di sospendere gli ordini dei nuovi treni (5 per l’Olanda e 3 per il Belgio). Se confermata, per Equita la notizia sarebbe negativa non tanto per l’aspetto quantitativo (qualche decina di milioni di euro), quanto piuttosto per la reputazione dei prodotti di Breda che ha già sofferto nel recente passato, rendendo più difficile anche la cessione.

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.819,48 0,66% 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.189,81 0,44% 17:50 CEST
Ftse 100 6.703,00 0,42% 17:35 CEST
Dax 9.548,68 0,05% 17:45 CEST
Dow Jones 16.521,72 0,12% 19:17 CEST
Nikkei 225 14.404,99 0,97% 08:00 CEST

Ultime notizie dai mercati