Italia markets closed
  • FTSE MIB

    26.489,18
    +211,61 (+0,81%)
     
  • Dow Jones

    35.294,76
    +382,20 (+1,09%)
     
  • Nasdaq

    14.897,34
    +73,91 (+0,50%)
     
  • Nikkei 225

    29.068,63
    +517,70 (+1,81%)
     
  • Petrolio

    82,66
    +1,35 (+1,66%)
     
  • BTC-EUR

    52.392,73
    -317,69 (-0,60%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.464,06
    +57,32 (+4,07%)
     
  • Oro

    1.768,10
    -29,80 (-1,66%)
     
  • EUR/USD

    1,1606
    +0,0005 (+0,05%)
     
  • S&P 500

    4.471,37
    +33,11 (+0,75%)
     
  • HANG SENG

    25.330,96
    +368,37 (+1,48%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.182,91
    +33,85 (+0,82%)
     
  • EUR/GBP

    0,8437
    -0,0041 (-0,49%)
     
  • EUR/CHF

    1,0701
    -0,0007 (-0,06%)
     
  • EUR/CAD

    1,4344
    +0,0001 (+0,01%)
     

A Milano il primo summit mondiale ONU dei giovani per proporre soluzioni alla crisi climatica

·2 minuto per la lettura

Giovani da tutti i paesi del mondo saranno a Milano dal 28 al 30 settembre per partecipare a Youth4Climate, la prima conferenza mondiale sul clima dei giovani in ambito ONU. Da ciascuno dei 197 stati firmatari della Convenzione ONU sui cambiamenti climatici (UNFCCC) arriveranno un ragazzo e una ragazza dai 15 ai 29 anni, selezionati da YOUNGO, la constituency, cioè la rappresentanza ufficiale dei giovani presso UNFCCC, dall’Ufficio dell’Inviato speciale dei giovani del Segretario Generale ONU e da una commissione composta anche da rappresentanti di Regione Lombardia e Comune di Milano.

I 400 giovani lavoreranno intorno a quattro temi legati all’emergenza climatica:

  • Ambizione climatica, con l’obiettivo di favorire la partecipazione dei giovani nei processi decisionali.

  • Ripresa sostenibile, per coniugare i meccanismi di ripresa dalla crisi economica della pandemia ad azioni che possano attuare gli obiettivi dell’Accordo di Parigi.

  • Coinvolgimento dei settori non-governativi, in particolare nei settori che hanno un impatto nella vita della Generazione Z, come l’imprenditoria giovanile, la moda, lo sport, l’arte, i sistemi alimentari.

  • Maggiore consapevolezza della società delle sfide climatiche, ovvero come migliorare l’educazione ambientale, la sensibilizzazione pubblica e la comunicazione scientifica.

    Ad ogni tema corrisponde un gruppo di lavoro che sarà guidato da due persone: un rappresentante dei giovani e un esperto senior delle organizzazioni internazionali. I giovani delegati hanno già lavorato nei mesi precedenti il summit e a Milano saranno chiamati ad adottare un documento finale con le proposte da sottoporre ai ministri che partecipano alla pre-Cop26 dal 30 settembre.

Non è questa l’unica occasione per la Generazione Z di incontrarsi, discutere, esprimere e proporre la propria visione sulla crisi climatica. Dal 20 al 26 settembre è possibile seguire on line i lavori della LCOY (Local Conference of Youth, conferenza locale dei giovani) Italia. Una LCOY è un evento promosso da YOUNGO, la rappresentanza ufficiale dei giovani presso UNFCCC che durante i negoziati ufficiali delle COP ha diritto a partecipare, incontrare i delegati, proporre azioni, fare pressioni, leggere dichiarazioni. Un vero lavoro di lobbying a favore delle soluzioni per il clima.

LCOY si svolgono in vari paesi del mondo con lo scopo di riunire giovani che vogliano lavorare insieme alla elaborazione di proposte da indirizzare ai decisori politici. Negli anni in tutto il mondo ne sono state organizzate diverse: quella italiana è stata creata a fine 2018 da un gruppo di giovani, studenti e lavoratori degli ambiti più diversi che da allora si impegnano su vari fronti per contribuire in modo attivo al dibattito internazionale sul clima. Alla conferenza può partecipare chiunque abbia dai 18 ai 35 anni, semplicemente compilando un modulo on line sul sito lcoyitalia.com.
Le istanze provenienti dalla varie LCOY saranno presentate e discusse a Glasgow dal 28 al 30 ottobre in occasione della COY16, la sedicesima conferenza mondiale di YOUNGO, evento che precede di pochi giorni l’inizio della COP26.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli