Italia markets closed

Milano, settore edile pronto a fermare cantieri ma chiede aiuti

Red-Asa

Milano, 12 mar. (askanews) - Le parti sociali del settore edile di Milano, Lodi, Monza e Brianza Assimpredil Ance, Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil ritengono che gli operatori del settore, a seguito di quanto disporranno le autorità, "devono prendere coscienza della necessità di fermare tutti i cantieri edili", ma è necessario che il comparto "sia beneficiario di tutte le misure di sostegno che saranno riconosciute anche agli altri settori economici". Lo si legge in una nota nella quale sottolineano che il settore "deve fare la propria parte sia rispettando pienamente tutte le prescrizioni in vigore sia garantendo la propria presenza e vicinanza verso imprese e lavoratori".

All'emergenza sanitaria, prosegue la nota, si affianca, già da ora, un'emergenza economica a causa della quale è "fondamentale tutelare le imprese ed i lavoratori attivando immediatamente tutti gli strumenti economici necessari per la sopravvivenza e la continuità del settore, salvaguardando i livelli occupazionali".

Infine, le parti sociali sottolineano di essere al lavoro per identificare misure di sostegno e supporto alle imprese ed ai lavoratori "che potranno derivare dai provvedimenti normativi emanati o che potranno trovare un diretto riferimento nell'importante e riconosciuto ruolo della nostra bilateralità che, come già avvenuto in passato, saprà essere un punto di riferimento e farsi parte attiva individuando soluzioni concrete per il nostro settore, soprattutto in un momento così critico e delicato".