Italia markets closed
  • Dow Jones

    31.029,31
    +82,32 (+0,27%)
     
  • Nasdaq

    11.177,89
    -3,65 (-0,03%)
     
  • Nikkei 225

    26.804,60
    -244,87 (-0,91%)
     
  • EUR/USD

    1,0445
    -0,0080 (-0,76%)
     
  • BTC-EUR

    19.423,71
    -111,38 (-0,57%)
     
  • CMC Crypto 200

    437,23
    -2,44 (-0,55%)
     
  • HANG SENG

    21.996,89
    -422,08 (-1,88%)
     
  • S&P 500

    3.818,83
    -2,72 (-0,07%)
     

Mipaaf: accordo in Cpa su riparto fondi sviluppo rurale 2023-27

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 13 giu. (askanews) - E' stato raggiunto un accordo nella Commissione politiche agricole della Conferenza delle Regioni sul riparto dei fondi per lo sviluppo rurale 2023-27. Ora l'intesa dovrà essere approvata dalla Conferenza Stato-Regioni.

"Prendo atto con estrema soddisfazione dell'accordo raggiunto questa mattina dagli Assessori all'agricoltura delle Regioni e Province autonome sulla proposta di riparto avanzata dal Ministero delle Politiche Agricole, attraverso la quale saranno messi a disposizione oltre 16 miliardi di euro in 5 anni, per sostenere gli interventi di sviluppo rurale contenuti nel Piano strategico della Politica Agricola Comune per il periodo 2023-2027", commenta in una nota il ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali Stefano Patuanelli.

Ora l'intesa dovrà essere approvata dalla Conferenza Stato-Regioni, cui spetta l'ultima parola sulla programmazione dei fondi comunitari destinati al settore agricolo. Il passaggio di oggi, sottolinea il ministro, è però molto importante, "anche perché giunge a conclusione di una fase negoziale particolarmente delicata e complessa. Ringrazio il coordinatore della Commissione politiche agricole della Conferenza delle Regioni, Federico Caner e tutti gli Assessori per l'approccio costruttivo assunto durante l'intero negoziato".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli