I mercati italiani sono chiusi

Misure Dl Fisco, da rottamazione a scudo ex residenti estero

Fgl

Roma, 7 dic. (askanews) - Via libera definitivo al decreto fiscale collegato alla manovra. La Camera ha approvato il provvedimento senza apportare modifiche al testo licenziato al Senato il 16 novembre scorso. Il via libera definitivo è arrivato con 237 voti favorevoli, 156 contrari e 3 astenuti.

Il piatto forte del decreto fiscale è quello dedicato alla rottamazione delle cartelle. Al 'bis' concesso dal testo originario si è aggiunta l'ampia serie di possibilità di accesso alla misura approvata a Palazzo Madama, che oltre ad ammettere all'agevolazione quanti non ne avevano approfittato nella prima versione o ne avevano perso il diritto per mancati versamenti, ha rimodulato una serie di date (tra le altre figura la nuova scadenza per chiedere di aderire, al 15 maggio 2018 da fine 2017, o lo slittamento dal 30 novembre al 7 dicembre prossimo del termine per pagare le vecchie rate scadute tra luglio e ottobre).

Confermato il numero complessivo delle rate, cinque, e il termine dell'operazione, per febbraio 2019. Facilitato, inoltre, il ricorso allo strumento della rottamazione da parte degli Enti locali.

Altra misura 'pesante' per le coperture della manovra il rinnovo oneroso della concessione del Gratta e Vinci a Lottomatica per 800 milioni di euro.