Italia Markets closed

Mnuchin (Usa) a G20: criptovalute non diventino conto svizzero

A24/Spa

New York, 12 gen. (askanews) - Il numero uno del dipartimento americano del Tesoro vuole eliminare la segretezza associata alle criptovalute ed esclude che il governo americano si ritrovi senza i fondi necessari per continuare a funzionare.

Parlando all'Economic Club a Washington, Steven Mnuchin ha spiegato di volere lavorare con il G20 per fare in modo che le valute digitali "non diventino come un conto bancario svizzero". Lui vuole evitare la situazione in cui "persone cattive usano queste valute [digitali] per fare cose cattive". Mnuchin ha detto di non essere "per niente" preoccupato dall'uso di valute digitali da parte della Russia o del Venezuela come contromossa per reagire alle sanzioni imposte dall'Occidente. Dicendo che il Tesoro così come la Fed stanno monitorando le criptovalute, Mnuchin ha sottolineato che l'importante è che la gente capisca i rischi associati al loro trading.

L'ex manager di Goldman Sachs nonché ex produttore cinematrografico ha anche affermato: "Non credo che ci sarà uno shutdown", riferimento alla scadenza del 19 gennaio, data entro cui i legislatori Usa devono trovare un accordo senza il quale scatterebbe la paralisi del governo.

Mnuchin ha anche detto di volere mantenere il suo incarico al Tesoro "fino a quando il presidente [americano Donald Trump] sarà presidente, che sia per quattro o per otto anni", insinuando un secondo mandato per il newyorchese diventato leader Usa.