Italia Markets closed

Molestie sessuali, Cgil: combatterle con lavoro qualità e diritti

Red

Roma, 13 feb. (askanews) - "Riduzione dei diritti sul lavoro, alti livelli di disoccupazione, profondo divario di genere sono l'humus che favorisce la crescita dei soprusi nei confronti delle donne. Purtroppo, i dati Istat di oggi lo confermano, dati drammatici e sottostimati poichè nascondono un fenomeno raramente denunciato". Così il segretario confederale della Cgil, Tania Scacchetti, commenta il rapporto dell'Istat sulle molestie e i ricatti sessuali sul lavoro.

"È evidente - sottolinea la dirigente sindacale - la correlazione tra questi numeri e le condizioni del lavoro in generale e delle donne in particolare: cresce il dato sulle dimissioni in relazione alla nascita dei figli; proliferano gli annunci di offerte di lavoro che selezionano in base allo stato civile e alla volontà o meno di diventare madri; resta drammatica la situazione delle lavoratrici di settori ad alta informalità, come quello domestico, e permane lo sfruttamento di donne e uomini stranieri il cui permesso di soggiorno è legato allo svolgimento di una attività lavorativa".

(Segue)