Italia markets close in 8 hours 2 minutes
  • FTSE MIB

    25.558,78
    +205,42 (+0,81%)
     
  • Dow Jones

    33.919,84
    -50,63 (-0,15%)
     
  • Nasdaq

    14.746,40
    +32,49 (+0,22%)
     
  • Nikkei 225

    29.639,40
    -200,31 (-0,67%)
     
  • Petrolio

    70,51
    -0,05 (-0,07%)
     
  • BTC-EUR

    36.073,09
    -776,82 (-2,11%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.052,56
    -11,29 (-1,06%)
     
  • Oro

    1.778,30
    +0,10 (+0,01%)
     
  • EUR/USD

    1,1734
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • S&P 500

    4.354,19
    -3,54 (-0,08%)
     
  • HANG SENG

    24.221,54
    +122,40 (+0,51%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.134,39
    +36,88 (+0,90%)
     
  • EUR/GBP

    0,8595
    +0,0016 (+0,19%)
     
  • EUR/CHF

    1,0833
    +0,0003 (+0,02%)
     
  • EUR/CAD

    1,5001
    -0,0022 (-0,15%)
     

Mondo Rai/Appuntamenti e novità

·9 minuto per la lettura

Ultime audizioni “al buio” per “The Voice Senior”, il programma condotto da Antonella Clerici, in onda domani in prima serata su Rai1. Con lei i giudici/coach Loredana Bertè, Gigi D’Alessio, Al Bano e sua figlia Jasmine, e Clementino che, di spalle, ascolteranno i concorrenti senza poterli vedere. Sarà solo la loro voce a doverli conquistare e, in quel caso, il coach potrà voltarsi per aggiudicarsi il concorrente in squadra. Se più coach si volteranno, invece, sarà il concorrente a decidere a quale coach affidarsi. Solo 24 dei partecipanti, 6 per team, arriveranno alla semifinale (il Knock out), quando i talenti di ciascuna squadra si sfideranno fra loro. Sarà il coach a decidere stavolta chi far andare avanti nella gara e solo 2 concorrenti per team accederanno alla finale.

Domani Ermanno Olmi avrebbe compiuto 90 anni e Rai Movie lo ricorda con tre dei capolavori firmati dal grande regista, a partire dalla prima serata con “L’albero degli zoccoli”, Palma d’oro nel 1978. Pietra miliare della cinematografia italiana, il film è stato scritto, diretto, montato e prodotto da Ermanno Olmi, un’opera in cui memoria autobiografica e collettiva si fondono e la storia familiare di piccole comunità incontra la Storia d’Italia. È il più emozionante e appassionato affresco della civiltà contadina del cinema del dopoguerra. Qui, nella campagna del bergamasco di fine Ottocento, la vita quotidiana dei contadini e della natura che li circonda si esprime attraverso il lirismo magico della semplicità. A seguire, “Il posto”, opera seconda nella quale il regista mostra i mutamenti dell’Italia del boom economico affrontando il tema del lavoro e del conflitto tra città e campagna, visti con gli occhi di un giovane in cerca del proprio “posto” nel mondo, a Milano, agli inizi degli anni 60. "I miei primi film – ricordava Olmi - sono storie sulla povertà ma in cui c'è sempre un po' della storia del nostro Paese. Il passaggio dalle società contadine a quelle operaie, o da queste alla nuova borghesia. Né “Il Posto” lo si vede bene nella casa di Domenico, una cascina in cui non si lavora più la terra ed è diventata solo un dormitorio per gente che va a lavorare in fabbrica e in città. Tra poco in quelle stalle senza più animali avrebbero messo le Lambrette e le Seicento". Alle 02.20, infine, “I fidanzati”, terzo lungometraggio del regista, racconta di un giovane operaio milanese, Giovanni, che viene trasferito per lavoro in Sicilia, e del mutarsi del rapporto con la sua fidanzata Liliana. Presentato in concorso al Festival di Cannes del 1963, è la conferma di una promessa che Ermanno Olmi manterrà per tutta la vita: raccontare emozioni e sentimenti con rigore e stupore. Una maestria unica nel saper leggere e interpretare la realtà, una poetica e un immaginario riconoscibili, capaci di esprimere con meraviglia l’amore nei confronti dell’uomo.

Una pasticceria napoletana e due fratelli - Ermanno e Giuditta Bellavista - entrambi eredi di un terribile diabete paterno: è la “Premiata pasticceria Bellavista” messa in scena da Vincenzo Salemme nel terzo appuntamento con “Il bello di Salemme”, in onda domani alle 21.15 su Rai5. La madre dei due è inferma a letto, al piano superiore della pasticceria; si chiama Assunta ed è una donna tirannica e possessiva soprattutto nei riguardi del figlio. Di lei si sente solo la voce potente, amplificata da due altoparlanti posti sul soffitto della pasticceria. Il cuore della commedia è la decisione di Ermanno, ormai ridotto alla cecità dal diabete, di sottoporsi al trapianto degli occhi. L'operazione riesce perfettamente ma, dopo tre mesi, si presentano alla sua porta tre barboni, allegorie delle miserie umane: un cieco, Carmine Mancusi, uno smemorato, detto Memoria dai suoi amici, e una sordomuta obesa, Gelsomina. Registrato al Teatro Diana di Napoli nel 2000, lo spettacolo è interpretato da Vincenzo Salemme, Franza Di Rosa con Carlo Buccirosso (Ermanno Bellavista), Antonella Morea (Giuditta Bellavista), Maurizio Casagrande (Aldo), Vincenzo Salemme (Carmine Mancusi), Ombretta Ciccarelli (Rosa), Nando Paone (Memoria), Emanuele Grimalda (Gelsomina), Cetty Sommelia (Romina).

Sabato sport di domani sarà presentato da Nico Forletta. Apertura alle 16, dopo la diretta da Tokyo, per parlare soprattutto di Olimpiadi, con due giornalisti e scrittori: Gianni Merlo e Valerio Iafrate. Poi, riflettori puntati su ciclismo (Saronni e Zanin ai nostri microfoni), pallavolo con Massimo Bellano, ct della nazionale femminile U20, recentemente campione del mondo e tennis, con Corrado Barazzutti. Infine, approfondimenti dedicati al calciomercato e alla NBA, fino alla chiusura alle 19.

Una storia d’amore di altri tempi: Renato e Margareth, il gondoliere e l’inglesina. Una coppia che, come nel più romantico dei film, ha coronato il sogno d’amore più di 50 anni fa. Ma la quarantena e il distanziamento non hanno risparmiato loro la sofferenza di dover stare lontano per tanto tempo dai due nipotini. Si apre così – domani alle 18.00 su Rai1 - “Amore in Quarantena”, il programma condotto da Gabriele Corsi che racconta come sono cambiate le storie d’amore nei mesi di emergenza sanitaria, tra regole, divieti, regioni colorate e coprifuoco. Per Renato e Margareth, però, nella meravigliosa cornice di Venezia tutto può accadere e a far tornare loro il sorriso ci penserà anche un divertente Max Giusti. Tutti i colori dell’arcobaleno e dell’amore per raccontare, poi, la storia di Luca ed Emanuele, che ricorderanno per sempre l’anno appena trascorso non solo per la pandemia, ma anche per aver provato la felicità più grande, quella di diventare genitori. I protagonisti delle storie raggiungeranno una terrazza affacciata sui tetti di Roma, dove troveranno Gabriele Corsi che racconterà le loro storie, utilizzando le immagini girate da loro con computer e cellulari. Seguiremo le videochiamate, gli incontri, le vaccinazioni, gli appuntamenti importanti cui si deve far fronte in questa situazione. “Amore in Quarantena 2” un programma di Stand By Me. Condotto da Gabriele Corsi. A cura di Davide Acampora. Capo progetto Giona Peduzzi. Scritto da Alessandra Guerra, Giorgio Daviddi, Furio Corsetti. Produttore esecutivo Alessandro Grillo.

Per lo spazio “Sabato classica”, Rai Cultura propone una lezione-concerto dedicata a Ludwig van Beethoven, in onda domani alle 19.15 su Rai5. Dall'Aula Magna dell'Università "La Sapienza" di Roma, il pianista Roberto Prosseda illustra ed esegue la Sonata in do diesis minore op.27 n. 2 "Al chiaro di luna" (Adagio sostenuto - Allegretto - Presto agitato) e la Sonata in mi minore op. 90 (Con vivacità e sempre con sentimento ed espressione - Non troppo vivo e cantabile assai) di Ludwig van Beethoven. Il concerto è stato ripreso nell’ambito del cartellone della 75ma stagione concertistica dell’Istituzione Universitaria dei Concerti. La regia è di Daniele de Plano. A seguire, ancora dall'Aula Magna dell'Università "La Sapienza" di Roma, Roberto Prosseda propone una lezione-concerto con la Fantasia in do minore K 475 e la Sonata in do minore K 457 (Allegro - Adagio - Molto allegro) di Wolfgang Amadeus Mozart. La regia Tv è di Daniele de Plano.

Dal mistero delle grotte al fascino delle spiagge: il Mediterraneo è un mare che la natura modella da 500 milioni di anni: eventi geologici, venti e correnti hanno plasmato queste coste in una varietà di ambienti di grande suggestione. Ma il Mare Nostrum è stato anche culla di civiltà fondamentali nella storia dell’umanità e solcato da millenni da imbarcazioni di tutte le dimensioni, che ha, però, ancora angoli segreti e luoghi di grande suggestione poco conosciuti. Luoghi e storie raccontati da “Linea Blu” - il programma condotto da Donatella Bianchi in onda domani alle 14 su Rai1 – che mostrerà anche come questo mare sia uno scrigno di biodiversità. Qui infatti vivono il 7,5 per cento delle specie mondiali, con una densità per area circa dieci volte superiore alla media del pianeta. Dalle grandi cernie, sotto il mare, alle diomedee, le berte, sopra il mare: uccelli che hanno alimentato la mitologia per millenni. Il bacino del Mediterraneo, inoltre, è un’area densamente popolata: oggi oltre 500 milioni di persone vivono nei 22 Paesi che si affacciano su questo mare, molte di più di quelle che abitano negli Stati Uniti o nel sud America. Eppure, in questo “piccolo” mare chiuso, dove la civiltà corre e l’uomo cerca sempre nuovi spazi, c’è chi è riuscito a trovare il proprio angolo di paradiso, a contatto con una natura selvaggia e non molto lontana dal suo aspetto primordiale. Come ogni sabato, ad accompagnare Donatella Bianchi nel suo viaggio, ci sarà Fabio Gallo.

La trasmissione “Prima Fila”, settimanale culturale di Radio1 condotto da Miriam Mauti, domani alle 12.30, aprirà la puntata con il racconto del tour di estivo di Fiorella Mannoia. La cantante romana, è in tour nei festival e nelle piazze di tutta Italia per presentare alcuni brani del suo ultimo album di inediti, "Padroni di niente", e le canzoni più amate del suo repertorio. L’intervista è di Timisoara Pinto.Tullio Solenghi festeggia 50 anni di carriera e in un’intervista ad Antonella Chini, farà il punto sulla sua vita artistica : dal teatro classico al cabaret, la nascita del leggendario trio, la scomparsa di Anna Marchesini e le nuove sfide, anche in coppia con Massimo Lopez, con il quale in autunno tornerà su Rai 3. Infine, Procida, che dopo Parma, sarà nel 2022, la capitale italiana della cultura. La piccola isola nel golfo di Napoli ha battuto in finale le altre 9 località candidate, con un progetto che punta sui giovani e sulla sostenibilità. Il racconto è di Federico Pietranera.

Uccelli che non sanno volare, canguri arboricoli, draghi vegetariani: sulle isole più sperdute dell'oceano Pacifico gli animali si sono evoluti nelle maniere più bizzarre e hanno saputo sopravvivere per migliaia di anni in pace e armonia. Poi, è arrivato l'uomo, che ha portato con sé altri animali, magari innocenti specie domestiche, e l'equilibrio anche di un efficiente ecosistema si è incrinato. Lo racconta “South Pacific”, in onda domani alle 14.00 su Rai5. Incapaci di resistere all'invasione perché abituati a vivere in un ambiente che non prevedeva predatori, gli animali autoctoni hanno quindi lasciato campo libero ai nuovi arrivati e il più mite degli opossum australiani ha provocato danni incalcolabili, mentre il gatto di un guardiano di un faro ha sterminato una specie di uccelli senza ali già a rischio estinzione. Il futuro di molta della biodiversità dei Mari del Sud è più che mai nelle nostre mani.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli