Italia markets close in 5 minutes
  • FTSE MIB

    24.674,25
    -70,13 (-0,28%)
     
  • Dow Jones

    34.029,28
    -171,39 (-0,50%)
     
  • Nasdaq

    13.921,52
    -130,82 (-0,93%)
     
  • Nikkei 225

    29.685,37
    +2,00 (+0,01%)
     
  • Petrolio

    63,03
    -0,10 (-0,16%)
     
  • BTC-EUR

    45.787,68
    -419,52 (-0,91%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.238,21
    -60,75 (-4,68%)
     
  • Oro

    1.774,90
    -5,30 (-0,30%)
     
  • EUR/USD

    1,2034
    +0,0053 (+0,45%)
     
  • S&P 500

    4.164,01
    -21,46 (-0,51%)
     
  • HANG SENG

    29.106,15
    +136,44 (+0,47%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.020,36
    -12,63 (-0,31%)
     
  • EUR/GBP

    0,8600
    -0,0055 (-0,64%)
     
  • EUR/CHF

    1,1010
    -0,0012 (-0,11%)
     
  • EUR/CAD

    1,5061
    +0,0076 (+0,50%)
     

Monetizzare il debito pubblico? Il dibattito è aperto

Virgilio Chelli
·1 minuto per la lettura
Monetizzare il debito pubblico? Il dibattito è aperto
Monetizzare il debito pubblico? Il dibattito è aperto

Confronto aperto sulle due sponde dell’Atlantico: la Bce ha detto “no” alla cancellazione, ma non ha fissato una data per la fine dei reinvestimenti

Monetizzare del debito pubblico? Il dibattito è aperto sia in Europa che in USA, anche se non è ufficialmente nelle agende di governi e autorità monetarie. Una volta era normale che le banche centrali comprassero le emissioni di debito, poi gli eccessi di spesa sconsiderata degli anni 70 accompagnati dall’inflazione galoppante indussero a alzare muraglie cinesi limitando gli acquisti al solo mercato secondario e solo per mantenere la liquidità del mercato.

PERCHÉ SE NE PARLA

Ora però, prima con la Grande Crisi e poi con la massiccia risposta fiscale e monetaria allo shock da pandemia, parlarne non è più proibito e neanche considerato sconveniente. I giapponesi lo fanno, senza ufficializzarlo, da una ventina d’anni. Quest’anno il Tesoro USA dovrà emettere debito per un importo stimato di 2.500 miliardi di dollari e la Fed dovrebbe comprarne direttamente o indirettamente, e sempre sul secondario, qualcosa come il 40%. Per ora non ci sono segnali che l’appetito degli investitori esteri, privati e istituzionali, per i Treasury sia in calo drammatico.

LA POSIZIONE DELLA BCE

In Europa, Christine Lagarde qualche giorno fa ha ripetuto davanti all’Europarlamento che monetizzare il debito è ‘illegale’, ma sta scritto nello statuto della BCE e non poteva dire il contrario. Però la stessa BCE non si è data un limite temporale al reinvestimento nei titoli di Stato comprati man mano che vengono a scadenza. Proprio su financialounge.com un’importante casa d’investimento, BlueBay, ha ipotizzato non tanto la ‘cancellazione’ del debito detenuto nelle casse della BCE, ma semplicemente di non prevedere una scadenza per il rientro.