Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.033,67
    -265,66 (-0,77%)
     
  • Nasdaq

    14.039,68
    -33,17 (-0,24%)
     
  • Nikkei 225

    29.291,01
    -150,29 (-0,51%)
     
  • EUR/USD

    1,2000
    -0,0132 (-1,09%)
     
  • BTC-EUR

    32.096,89
    -1.378,91 (-4,12%)
     
  • CMC Crypto 200

    955,85
    -36,62 (-3,69%)
     
  • HANG SENG

    28.436,84
    -201,69 (-0,70%)
     
  • S&P 500

    4.223,70
    -22,89 (-0,54%)
     

Montagne Russe per le Previsioni del Petrolio Greggio, le Ultime

·2 minuto per la lettura

Il prezzo del Petrolio Greggio continua a flirtare con il movimento ribassista che però non ha dato ancora quell’input ribassista e addirittura si registra nella giornata di lunedì un forte rialzo del greggio ritornando a 66,50 $. Ma nell’ultimo periodo si sta creando una situazione molto interessante dato che si è creato un triangolo di compressione, che se rotto, porterà un probabile raggiungimento di nuovi massimi annuali.

Nella settimana precedente si è assistito ad una possibile conferma delle previsioni ribassiste del petrolio greggio, ma nella giornata di lunedì il prezzo dell’oro nero è schizzato di quasi il 4%, vanificando il lavoro delle ultime sedute della precedente settimana che presagivano un inizio di una forte fase ribassista.

Le previsioni del petrolio greggio sotto il giogo dei paesi OPEC

Le notizie ripetute sui negoziati USA-Iran intorno al JCPOA si sono rivelate un punto focale, nella misura in cui un accordo potrebbe portare a un grande afflusso di petrolio iraniano alla fornitura globale, sconvolgendo così la delicata fornitura – squilibrio della domanda su cui l’OPEC + ha lavorato in questi mesi. Ma solo due giorni fa, il ministro delle finanze austriaco Alexander Schallenberg ha affermato che “alcune questioni importanti sono ancora aperte e irrisolte” quando si tratta di ripristinare il PACG (piano d’azione congiunto globale) e quindi un accordo tra i suddetti paesi tecnicamente ancora non è arrivato.

L’accresciuta incertezza sui mercati finanziari dovuta alle crescenti tensioni macroeconomiche riduce la domanda teorica di energia; segno che l’economia globale sta recuperando le perdite subite dalla pandemia e di conseguenza riduce l’incertezza, e, quindi, la volatilità.

Dal punto di vista dei dati COT, si notifica che rispetto alla settimana precedente vi è stato una diminuzione delle posizioni nette, da 496,6K a 475,9K. La questione ribassista sull’oro nero ancora non è tramontata.

Analisi Tecno-Grafica e previsioni Petrolio Greggio

Al momento della scrittura il petrolio greggio quota a 66,24 $, ancora invischiata nella bagarre dell’area di supply.

Molto bene evidente il triangolo di compressione che potrebbe sancire un inizio di una nuova tendenza rialzista ma il movimento ribassista non ha ancora alzato bandiera bianca. Infatti, da questo punto di vista, sia l’impulso long che short è valido e di conseguenza anche i relativi target:

  • Con il rialzo il target di medio termine è posto a 86,46 $

  • Con il ribasso l’obiettivo di breve termine è a 58,36 $ mentre quello di medio termine è tra 50,87/46,78 $.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: