Italia markets close in 2 hours 28 minutes
  • FTSE MIB

    22.456,41
    +75,06 (+0,34%)
     
  • Dow Jones

    30.814,26
    -177,24 (-0,57%)
     
  • Nasdaq

    12.998,50
    -114,10 (-0,87%)
     
  • Nikkei 225

    28.242,21
    -276,97 (-0,97%)
     
  • Petrolio

    52,29
    -0,07 (-0,13%)
     
  • BTC-EUR

    30.543,76
    +660,25 (+2,21%)
     
  • CMC Crypto 200

    714,94
    -20,20 (-2,75%)
     
  • Oro

    1.833,10
    +3,20 (+0,17%)
     
  • EUR/USD

    1,2069
    -0,0016 (-0,13%)
     
  • S&P 500

    3.768,25
    -27,29 (-0,72%)
     
  • HANG SENG

    28.862,77
    +288,91 (+1,01%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.596,80
    -2,75 (-0,08%)
     
  • EUR/GBP

    0,8902
    +0,0016 (+0,18%)
     
  • EUR/CHF

    1,0754
    0,0000 (0,00%)
     
  • EUR/CAD

    1,5406
    +0,0033 (+0,21%)
     

Morte Agitu Gudeta, 32enne ghanese confessa l'omicidio

Primo Piano
·2 minuto per la lettura
Agitu Idea Gudeta (REUTERS/Alessandro Bianchi)
Agitu Idea Gudeta (REUTERS/Alessandro Bianchi)

E' stato arrestato nella notte l'uomo che martedì ha ucciso Agitu Ideo Gudeta. Si tratta di Adams Suleimani, un suo collaboratore, un pastore ghanese di 32 anni, che durante la notte ha confessato il delitto dinanzi al magistrato. La vittima, uccisa a martellate, è stata violentata mentre era a terra agonizzante.

Secondo quanto ricostruito, l'omicidio sarebbe da ricondurre a motivi economici (uno stipendio non corrisposto), ma sono in corso ulteriori approfondimenti da parte degli inquirenti. L'uomo è stato condotto alla caserma di Borgo Valsugana e poi trasferito nel carcere di Trento.

LEGGI ANCHE: Trento: uccisa Agitu Gudeta, simbolo di integrazione

VIDEO - Agitu abusata e uccisa da un collaboratore

Il corpo senza vita della 42enne era stato trovato nel pomeriggio di martedì 29 dicembre, nella sua abitazione di maso Villata a Frassilongo, in Trentino, riverso a terra nella camera da letto e con profonde ferite alla testa. Le indagini portate avanti immediatamente dai carabinieri hanno consentito il rinvenimento dell'arma del delitto. Si tratterebbe di una mazzetta di medie dimensioni che l'omicida ha usato per uccidere la donna.

Agitu Gudeta era arrivata in Italia dieci anni fa e aveva ottenuto lo status di rifugiata. Nel giro di pochi anni aveva avviato nella Valle dei Mocheni un allevamento di ovini, chiamato "La capra felice".

GUARDA ANCHE - Violenza sulle donne, Casellati: “Stop alla mattanza”

Era conosciuta in tutto il nostro Paese e non solo: qualche anno fa era stata protagonista anche al Festival di Internazionale di Ferrara con una sala piena di giovani ad ascoltare la sua storia. Era arrivata a Trento dopo essere scappata dalle violenze e dagli scontri in Etiopia e dopo aver ricevuto diverse minacce dal governo. Una storia unica la sua che ha fatto breccia nel cuore di molti per l'entusiasmo che metteva in ogni cosa e per l'amore verso gli altri.

Nel 2018 era stata costretta a rivolgersi alle forze dell'ordine dopo aver ricevuto minacce di morte. Poco dopo la sua denuncia un uomo era stato arrestato per stalking finalizzato alla discriminazione razziale. Lo scorso gennaio era stato condannato a 9 mesi per lesioni dal Tribunale di Trento.

GUARDA ANCHE - Femminicidi in aumento rispetto al 2019