Italia markets open in 7 hours 4 minutes
  • Dow Jones

    35.911,81
    -201,79 (-0,56%)
     
  • Nasdaq

    14.893,75
    +86,95 (+0,59%)
     
  • Nikkei 225

    28.450,87
    +117,35 (+0,41%)
     
  • EUR/USD

    1,1421
    +0,0010 (+0,09%)
     
  • BTC-EUR

    37.139,94
    -825,50 (-2,17%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.019,85
    -5,88 (-0,57%)
     
  • HANG SENG

    24.218,03
    -165,29 (-0,68%)
     
  • S&P 500

    4.662,85
    +3,82 (+0,08%)
     

Morto il giornalista Fulvio Damiani, storica firma del Tg1. Aveva 87 anni

·2 minuto per la lettura

E' morto a 87 anni Fulvio Damiani, storica firma della Rai e a lungo giornalista politico del Tg1, considerato uno dei maestri della 'nota politica' del piccolo schermo. Nato a Firenze il 4 ottobre 1934, Damiani si era laureato nel 1962 alla Facoltà di Scienze Sociali e Politiche 'Cesare Alfieri' dell'Università di Firenze. Allievo di Giovanni Spadolini e Giovanni Sartori, docenti dell'Ateneo fiorentino, Damiani si è sempre interessato di politica nazionale già dal "Giornale del Mattino" dove nel 1962 aveva iniziato la professione di giornalista.

Arrivato a Roma nel 1967, Damiani ha lavorato ai notiziari del Giornale Radio della Rai diretto da Vittorio Chesi fino al 1969 e nello stesso anno fu chiamato da Willy De Luca all'allora Telegiornale del Canale Nazionale (dal 1976 Tg1), dove è stato giornalista politico fino al 1996 seguendo tutti i maggiori avvenimenti sia in studio che come inviato.

Dal 1997 al '99 Damiani è stato notista a Telemontecarlo e successivamente ha condotto a Stream Tv una trasmissione settimanale in diretta dal titolo "Italia domanda" di analisi e approfondimenti sulle diverse problematiche d'attualità. Ha diretto un quotidiano di informazione su Internet (www.romaone.it). Autore di saggi ed articoli su quotidiani italiani e stranieri, ha scritto un libro sul mondo della comunicazione, "Obiettività e Potere" (D'Elia Editore).

Tanti i messaggi di cordoglio dei colleghi sui social, a partire da quello di Marco Frittella: "In quest'ultimo giorno dell'anno anche Fulvio Damiani ci ha lasciato. Se ne va un altro pezzo di storia della Rai, del Tg1, del giornalismo politico italiano. A noi più giovani che da lontano guardavamo e sognavamo di fare il suo stesso mestiere, Fulvio ha insegnato tanto andando in onda ogni giorno da quello studiolo di Montecitorio e raccontando agli Italiani la politica nazionale. Come Fulvio, come Demetrio Volcic e come tanti altri, un esempio di bravura, autorevolezza, dedizione che ha costruito il patrimonio di credibilità su cui ancora si regge il servizio pubblico radiotelevisivo del nostro Paese. Ciao Fulvio, sei stato un modello per me e ti ho voluto bene".

"Questo brutto 2021 si chiude con un altro lutto per la famiglia della Rai. Se n’è andato Fulvio Damiani, un maestro nel racconto della politica", scrive Luciano Ghelfi del Tg2 ricordando Damiani su Twitter.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli