Italia markets open in 34 minutes
  • Dow Jones

    33.852,53
    +3,07 (+0,01%)
     
  • Nasdaq

    10.983,78
    -65,72 (-0,59%)
     
  • Nikkei 225

    27.968,99
    -58,85 (-0,21%)
     
  • EUR/USD

    1,0356
    +0,0021 (+0,21%)
     
  • BTC-EUR

    16.303,62
    +260,04 (+1,62%)
     
  • CMC Crypto 200

    400,92
    +12,20 (+3,14%)
     
  • HANG SENG

    18.511,06
    +306,38 (+1,68%)
     
  • S&P 500

    3.957,63
    -6,31 (-0,16%)
     

Morto il regista Franco Dragone per un infarto: il mondo dello spettacolo è in lutto

morto regista franco dragone
morto regista franco dragone

Il noto regista belga Franco Dragone è morto d’infarto a Il Cairo, città presso la quale si era recato per allestire uno dei suoi ultimi lavori teatrali. A confermare la notizia al sito Le Vif è stata Claudine Cornet, portavoce del gruppo Dragone.

Morto il regista Franco Dragone per un infarto: il mondo dello spettacolo è in lutto

Nella giornata di venerdì 30 settembre, è stata annunciata ufficialmente la morte per arresto cardiaco del regista belga Franco Dragone. Il decesso è stato confermato dalla portavoce del gruppo Dragone Claudine Cornet al sito Le Vif. Il regista si è spento a Il Cairo dove si trovava per allestire uno dei suoi spettacoli teatrali.

Nato nel 1952 a Cairano, in provincia di Avellino, Dragone è stato uno dei più grandi registi teatrali viventi. A 7 anni, si è trasferito in Belgio con la famiglia vivendo a La Louvière in Vallonia.

Nel corso della sua carriera, ha fondato e diretto la compagnia Dragone con sede in Belgio e ha ricevuto tre Obie Award e un Los Angeles Critics’ Award. Inoltre, è stato insignito della laurea honori causa dall’Università del Quebec.

Negli anni ’80 del secolo scorso ci è cimentato con il teatro in Quebec ed è entrato in contatto con il Cirque du Soleil, scrivendo tutti gli spettacoli tra il 1995 e il 1998.

Nel nuovo millennio, ha realizzato spettacoli come A new day di Céline Dion, Le Reve a Las Vegas, The Han Show. È stato, poi, direttore del Napoli Teatro Festival, incarico dal quale si è dimesso nel 2016 dopo aver accettato l’offerta del presidente della regione Campania Vincenzo De Luca. Il regista rassegnò le dimissioni a causa di un diverbio con il cda presieduto da Luigi Grispello.