Italia Markets closed

Moscovici: capisco esigenza strategia pro-crescita per Italia

Loc/Glv

Lussemburgo, 9 ott. (askanews) - Il commissario europeo uscente agli Affari economici Pierre Moscovici, a margine della sua ultima partecipazione a una riunione dell'Eurogruppo, ha declinato di rispondere alle domande dei giornalisti sul deficit-Pil programmato dalla manovra di bilancio italiana al 2,2% nel 2020, ma ha sottolineato il buon rapporto con il ministro dell'economia Roberto Gualtieri.

"Non rispondo sulle cifre, posso dire che lo stato d'animo è buono. Con Gualtieri - ha detto Moscovici - discuterò in modo positivo, troveremo una soluzione: capisco che il governo debba avere una strategia pro-crescita, in primo luogo per gli italiani; ma deve restare nel percorso del Patto di stabilità, che include la flessibilità".

L'Italia, ha aggiunto il commissario "ha bisogno di credibilità" e ha "problemi di lunga data" su cui "dobbiamo riflettere", in particolare "sul modo di promuovere la crescita, di aumentare competitività e produttività, di ridurre le disuguaglianze".

"Ci sono paesi con problemi di deficit e di debito importanti, che bisogna continuare a risolvere; per questo è necessario che mantengano politiche di bilancio serie: penso all'Italia che deve ridurre il debito", ha osservato ancora Moscovici.

E d'altra parte ci sono "paesi come la Germania e l'Olanda che hanno surplus di bilancio e commerciali considerevoli: occorre riflettere sulla possibilità che usino il loro surplus per la crescita a beneficio di loro stessi e dell'Eurozona", ha concluso il commissario.