Italia markets open in 7 hours 29 minutes
  • Dow Jones

    30.932,37
    -469,63 (-1,50%)
     
  • Nasdaq

    13.192,35
    +72,95 (+0,56%)
     
  • Nikkei 225

    29.514,64
    +548,63 (+1,89%)
     
  • EUR/USD

    1,2102
    +0,0015 (+0,12%)
     
  • BTC-EUR

    38.220,41
    +520,18 (+1,38%)
     
  • CMC Crypto 200

    924,95
    -8,19 (-0,88%)
     
  • HANG SENG

    28.980,21
    -1.093,99 (-3,64%)
     
  • S&P 500

    3.811,15
    -18,19 (-0,48%)
     

MotoGp, dramma in Argentina: incendio devasta l'autodromo di Termas de Rio Hondo

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
Termas de Rio Hondo, incendio devastante
Termas de Rio Hondo, incendio devastante

Un violento incendio, per motivi ancora da accertare, ha distrutto circa l’80% delle strutture fisse dell’autodromo di Termas de Rio Hondo, il circuito che dal 2014 ospita il Gran Premio argentino di MotoGp.

Le fiamme, che si sono alzate poco prima della mezzanotte di venerdì, hanno dapprima avvolto il settore box e poi, a causa del forte vento, si sono allargate alla zona Vip e alla sala stampa e televisione vicina. I pompieri di Santiago del Estero, la cittadina più vicina e capitale della provincia omonima, hanno definito “disastrosa” la situazione del circuito.

Il Gp di Termas de Rio Hondo, che fece il suo debutto nel calendario del motomondiale sette anni fa, è stato terra di numerose lotte. Su tutte quella tra Marc Marquez e Valentino Rossi che, prima nel 2014 e poi nel 2018 furono protagonisti di un dibattito acceso. In occasione della gara del 2018 Rossi puntò il dito contro il campione spagnolo “Sta distruggendo il nostro sport, se la direzione non trova il modo di fermarlo questa storia finisce male”. Le parole del Dottore, dure, furono il risultato di un sorpasso che il campione del Mondo gli rifilò scaraventandolo fuori pista.

VIDEO - Qual è il portafortuna del Dottore?

In calendario nel 2020, ma poi rinviato e cancellato causa Covid, il Gp argentino era entrato in programmazione anche per il 2021. Spostato per gli stessi motivi dell’anno precedente, questo grave incidente potrebbe portare all’ennesimo definitivo annullamento della gara sudamericana.