Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.970,73
    +112,55 (+0,49%)
     
  • Dow Jones

    33.761,05
    +424,38 (+1,27%)
     
  • Nasdaq

    13.047,19
    +267,27 (+2,09%)
     
  • Nikkei 225

    28.546,98
    +727,65 (+2,62%)
     
  • Petrolio

    91,88
    -2,46 (-2,61%)
     
  • BTC-EUR

    23.929,43
    -183,71 (-0,76%)
     
  • CMC Crypto 200

    574,64
    +3,36 (+0,59%)
     
  • Oro

    1.818,90
    +11,70 (+0,65%)
     
  • EUR/USD

    1,0257
    -0,0068 (-0,66%)
     
  • S&P 500

    4.280,15
    +72,88 (+1,73%)
     
  • HANG SENG

    20.175,62
    +93,19 (+0,46%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.776,81
    +19,76 (+0,53%)
     
  • EUR/GBP

    0,8457
    -0,0001 (-0,02%)
     
  • EUR/CHF

    0,9656
    -0,0058 (-0,60%)
     
  • EUR/CAD

    1,3100
    -0,0071 (-0,54%)
     

Mps, Appello Firenze assolve con formula piena ex vertici Mussari, Vigni e Baldassarri

Il logo di Monte dei Paschi di Siena a Roma

FIRENZE (Reuters) - La Corte d'Appello di Firenze, al termine del processo di secondo grado bis, ha assolto oggi con formula piena l'ex presidente di Monte dei Paschi Giuseppe Mussari, l'ex direttore generale Antonio Vigni e l'ex capo dell’area finanza Gianluca Baldassarri dalle imputazioni di ostacolo alla vigilanza per la ristrutturazione del derivato Alexandria, stipulato con banca Nomura.

Nel dicembre del 2017 la Corte d'Appello assolse i tre imputati – che invece in primo grado erano stati condannati dal Tribunale di Siena a tre anni e sei mesi di reclusione e a cinque di interdizione – con la formula "perché il fatto non costituisce reato".

A seguito di questo esito, i legali dei tre ex vertici del Montepaschi fecero ricorso in Cassazione per chiedere che venissero assolti con la formula più ampia "perché il fatto non sussiste".

La Cassazione - che aveva respinto il ricorso presentato dalla Procura generale di Firenze, confermando le assoluzioni – dispose nel 2019 un nuovo processo d'appello per valutare quale tipo di assoluzione stabilire.

"Oggi Mussari è stato assolto con la formula più ampia – ha dichiarato il suo difensore, l'avvocato Fabio Pisillo – Il fatto più rilevante è che oggi si è stabilito che la Banca d'Italia oggettivamente non è stata ostacolata. E’ un esito totalmente assolutorio e definitivo che a Siena era invece finito con una condanna ingiusta".

Il 6 maggio scorso i tre ex vertici di Mps erano stati assolti anche nel processo principale sui derivati dalla Corte d'appello di Milano che aveva ribaltato il verdetto del Tribunale.

(In redazione a Milano Emilio Parodi, editing Claudia Cristoferi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli