Mps: Impatto residuo dei derivati pari a 730 mln, patrimonio solido

Siena, 6 feb. (LaPresse) - E' di 730 milioni di euro l'impatto complessivo residuo dei derivati sul bilancio di Mps al lordo dell'eventuale effetto fiscale: 273,5 milioni dall'operazione Alexandria, 305,2 milioni da Santorini e 151,7 milioni da Nota Italia. Lo comunica la banca in una nota. Il cda lo comunica al termine di approfondite analisi, svolte con il supporto dei propri consulenti. Si tra di tre "errori nella rappresentazione contabile delle operazioni" poste in essere in esercizi precedenti. Tali errori saranno corretti in occasione dell'approvazione del progetto di bilancio individuale e consolidato della banca al 31 dicembre 2012. Mps, al termine del cda odierno, per quanto riguarda i ratio patrimoniali, segnala "che il Core Tier 1 proforma al 30 settembre 2012, inclusivo dei NSF, si attesta a circa 12,1%; al 31 gennaio 2013 la riserva AFS, secondo i calcoli EBA, era pari a Euro 2 miliardi".

Il cda ha anche deliberato che saranno Profumo e Viola a fissare la data di emissioni dei Monti bond sottoscritti dalla banca per 3.9 miliardi, via libera anche al pagamento degli interessi dei Tremonti bond per il 2012 per 171.000.000 di euro. Infine in relazione ai titoli Mps Capital Trust I 7.990% Noncumulative Trust Preferred Securities la banca non effettuerà il pagamento dei dividendi alla relativa rata di pagamento del 7/02/2013 in quanto non dovuti ai sensi del regolamento dei titoli.

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.613,30 0,37% 17 apr 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.155,81 0,53% 17 apr 17:50 CEST
Ftse 100 6.625,25 0,62% 17 apr 17:35 CEST
Dax 9.409,71 0,99% 17 apr 17:45 CEST
Dow Jones 16.408,54 0,10% 17 apr 22:31 CEST
Nikkei 225 14.504,47 0,60% 04:50 CEST

Ultime notizie dai mercati