Italia markets open in 6 minutes
  • Dow Jones

    34.580,08
    -59,72 (-0,17%)
     
  • Nasdaq

    15.085,47
    -295,83 (-1,92%)
     
  • Nikkei 225

    27.927,37
    -102,20 (-0,36%)
     
  • EUR/USD

    1,1283
    -0,0034 (-0,30%)
     
  • BTC-EUR

    42.779,58
    -1.401,94 (-3,17%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.234,75
    -207,01 (-14,36%)
     
  • HANG SENG

    23.351,50
    -415,19 (-1,75%)
     
  • S&P 500

    4.538,43
    -38,67 (-0,84%)
     

Mps, M5s: chiedere proroga a Ue, Mef apra a prospettive diverse

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 24 ott. (askanews) - "Da mesi come MoVimento 5 Stelle palesavamo scetticismo sulle richieste avanzate da Unicredit e bene ha fatto il ministero del Tesoro a mettere in discussione l'accordo per la fusione di Mps. A questo punto serve maggiore tempo per trovare una soluzione". Lo dichiara in una nota Davide Zanichelli, deputato del MoVimento 5 Stelle in commissione Finanze.

"Per questo c'è da auspicarsi che il ministro Franco - prosegue - chieda una proroga all'Unione Europea e convochi non una sola, ma le maggiori banche italiane per individuare una via che preservi il marchio e il futuro dei lavoratori. Una soluzione che non abbia Unicredit come primo partner perché gli imbarazzi sarebbero inevitabili. Un imbarazzo internazionale che l'Italia non può permettersi".

"La prima soluzione da percorrere - specifica il deputato - è cercare di conservare la possibilità che Mps rimanga pubblica e venga risanata come banca commerciale controllata dallo Stato. Ma finché la deadline per vendere resterà il 31 dicembre e Unicredit il solo compratore diventerà difficile trovare un accordo soddisfacente. Non è da escludere - ha proseguito - nemmeno l'idea di un pool delle maggiori banche italiane come acquirenti di Mps o parte di essa cosicché il Governo possa negoziare con diversi attori messi in concorrenza tra loro per ottenere le condizioni più vantaggiose per tutelare i soldi dei contribuenti, tutelare il marchio della banca più antica del mondo e tutelare il ruolo di banca commerciale e dei suoi lavoratori".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli