Italia markets close in 7 hours 2 minutes
  • FTSE MIB

    23.858,23
    -236,77 (-0,98%)
     
  • Dow Jones

    31.261,90
    +8,80 (+0,03%)
     
  • Nasdaq

    11.354,62
    -33,88 (-0,30%)
     
  • Nikkei 225

    27.001,52
    +262,49 (+0,98%)
     
  • Petrolio

    110,92
    +0,64 (+0,58%)
     
  • BTC-EUR

    28.617,51
    +727,63 (+2,61%)
     
  • CMC Crypto 200

    680,89
    +7,52 (+1,12%)
     
  • Oro

    1.856,90
    +14,80 (+0,80%)
     
  • EUR/USD

    1,0629
    +0,0067 (+0,64%)
     
  • S&P 500

    3.901,36
    +0,57 (+0,01%)
     
  • HANG SENG

    20.470,06
    -247,18 (-1,19%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.675,18
    +18,15 (+0,50%)
     
  • EUR/GBP

    0,8456
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CHF

    1,0307
    +0,0019 (+0,19%)
     
  • EUR/CAD

    1,3590
    +0,0034 (+0,25%)
     

Musk compra Twitter per 44 mld dollari, timori per politica di "free speech"

·2 minuto per la lettura
Il miliardario Elon Musk

NEW YORK (Reuters) - Ieri Elon Musk ha siglato un accordo che gli consentirà di rilevare Twitter per 44 miliardi di dollari in contanti, con una transazione che metterà nelle mani dell'uomo più ricco al mondo il controllo della piattaforma di social media con milioni di utenti.

Si tratta di un momento cruciale per l'azienda, nata 16 anni fa, che è diventata nel tempo uno degli spazi pubblici più influenti al mondo e ora affronta una serie di sfide.

Musk, che si definisce un assolutista della libertà di parola, ha criticato la moderazione di Twitter. Vuole che l'algoritmo della piattaforma, che assegna priorità ai tweet, diventi pubblico e si oppone a dare troppo potere alle aziende che fanno pubblicità all'interno del servizio.

Molti si aspettano che la gestione Musk porti meno moderazione e il reintegro di individui banditi in precedenza dalla piattaforma, tra cui l'ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump. I conservatori hanno accolto con entusiasmo la prospettiva di minori controlli, mentre alcuni attivisti dei diritti umani hanno espresso timori in merito a un possibile aumento di interventi che incitino all'odio.

Musk ha anche auspicato di poter apportare modifiche che vanno a favore degli utenti, come un pulsante di modifica dei post e l'eliminazione dei "bot di spam" che inviano quantità eccessive di tweet indesiderati.

Le trattative per l'accordo, che la scorsa settimana sembrava incerto, sono accelerate durante il fine settimana, dopo che Musk ha corteggiato gli azionisti di Twitter fornendo i dettagli finanziari dell'offerta.

Sotto pressione, Twitter ha iniziato a negoziare con Musk per acquistare l'azienda al prezzo proposto di 54,20 dollari per azione.

"La libertà di parola è il caposaldo di una democrazia che funziona e Twitter è la piazza digitale dove si discutono questioni vitali per il futuro dell'umanità", ha detto Musk in una nota.

Ieri il titolo di Twitter ha chiuso la seduta a Wall Street in rialzo del 5,7%, a 51,70 dollari. L'operazione rappresenta un premio di quasi il 40% rispetto al prezzo di chiusura del giorno prima che Musk rivelasse di aver acquistato una quota superiore al 9%.

(Tradotto da Michela Piersimoni, editing Francesca Piscioneri)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli