Italia Markets closed

Mutui, le offerte di settembre

webinfo@adnkronos.com

E' il momento del back to school anche per i mutui che prospettano saldi da record. Se il mese di agosto è passato alla storia come uno dei più euforici sul fronte dei tassi, anche settembre non è da meno. Il crollo degli indici Eurirs che fino alle scadenze di 20 anni sono scivolati sottozero ha un impatto decisivo: chi stipula un mutuo a tasso fisso con banche che adottano la formula 'Eurirs + spread' e non quella del tasso finito, si vedrà per la prima volta calcolare il Tan (Tasso annuo nominale) attraverso la sottrazione dell’indice Eurirs allo spread. Questa notizia riguarda da vicino i mutuatari, sia quelli che si chiedono se stipulare un prestito ipotecario, ma anche tutti coloro che ne stanno già rimborsando uno e fanno bene a chiedersi se sia il caso di migliorarlo attraverso la porta della surroga. 

Vediamo le principali novità del mese: Il Gruppo Banco BPM ha aumentato gli spread sui mutui a tasso fisso tra i 30 e i 35 punti base; BPER Banca ha ridotto tra i TAN dei mutui a tasso fisso tra i 10 e gli 80 punti base; Crédit Agricole ha aumentato gli spread dei mutui a tasso fisso fino a 30 punti base; il Gruppo UBI Banca ha aumentato gli spread dei mutui a tasso fisso di 30 punti base; Intesa Sanpaolo ha ridotto i TAN dei mutui a tasso fisso fino a 20 punti base; BNL ha ridotto i TAN dei mutui a tasso fisso fino a 50 punti base.  

Ma quali sono le migliori offerte di mutuo a tasso variabile e fisso disponibili per questo mese di settembre 2019? La scelta del mutuo da accendere dipende sempre dalle proprie esigenze, dalle disponibilità, dalla somma da restituire e dalla tranquillità che si vuole avere nel corso del finanziamento. Il consiglio è quello di optare per il mutuo con lo spread migliore, che rappresenta il costo effettivo che ogni banca richiede ai clienti per la concessione del prestito e si aggiunge al tasso di interesse del finanziamento richiesto, per cui più basso è lo spread della banca, minori saranno gli interessi da restituire sul mutuo. Ecco due simulazioni di acquisto realizzate per AdnKronos da MutuiSupermarket.it: 

Simulazione per mutuo a tasso variabile - Mutuo acquisto, tasso variabile a 20 anni per un importo di 140.000 euro su un valore dell'immobile di 280.000 euro, richiesto da un 34enne residente a Roma.  

I primi 5 istituti che offrono le condizioni più convenienti sono Credem (istruttoria in filiale, indice Euribor 3 mesi, Spread 0,65%; TAN 0,20%; rata 595,30€, TAEG 0,43%); Unicredit (istruttoria in filiale, indice Euribor 3 mesi; Spread 0,95%; TAN 0,51%; rata 613,65€; TAEG 0,65%); Hello Bank (istruttoria online, indice Euribor 1 mese; Spread 1,00%; TAN 0,56%; rata 616,56€; TAEG 0,69%); BNL (istruttoria in filiale, Euribor 1 mese; Spread 1,00%; TAN 0,56%; rata 616,56€; TAEG 0,74%) Banco di Sardegna (istruttoria in filiale, indice Euribor 6 mesi; Spread 1,00%; TAN 0,57%; rata 617,29€; TAEG 0,76).  

Simulazione per mutuo a tasso fisso - Mutuo acquisto, tasso fisso a 20 anni per un importo di 140.000 euro su un valore dell'immobile di 280.000 euro, richiesto da un 34enne residente a Roma.  

Fra le 5 migliori proposte, figurano quelle di CheBanca! (istruttoria in filiale, TAN 0,57%; rata 617,35€; TAEG 0,75%); Credit Agricole (istruttoria in filiale; TAN 0,64%; rata 621,62€; TAEG 0,78%); Credem (istruttoria in filiale, TAN 0,60%, rata 619,18€; TAEG 0,80%); IWBank (istruttoria online, TAN 0,85%, rata 634,53€, TAEG 0,99%); Hello Bank (istruttoria online, TAN 0,85%; rata 634,53€; TAEG 0,99%)