Italia markets close in 3 hours 39 minutes
  • FTSE MIB

    24.489,37
    +424,32 (+1,76%)
     
  • Dow Jones

    31.253,13
    -236,94 (-0,75%)
     
  • Nasdaq

    11.388,50
    -29,66 (-0,26%)
     
  • Nikkei 225

    26.739,03
    +336,19 (+1,27%)
     
  • Petrolio

    112,70
    +0,49 (+0,44%)
     
  • BTC-EUR

    28.763,26
    +792,93 (+2,83%)
     
  • CMC Crypto 200

    678,52
    +26,29 (+4,03%)
     
  • Oro

    1.840,90
    -0,30 (-0,02%)
     
  • EUR/USD

    1,0575
    -0,0012 (-0,12%)
     
  • S&P 500

    3.900,79
    -22,89 (-0,58%)
     
  • HANG SENG

    20.717,24
    +596,56 (+2,96%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.701,71
    +61,16 (+1,68%)
     
  • EUR/GBP

    0,8478
    -0,0003 (-0,03%)
     
  • EUR/CHF

    1,0266
    -0,0028 (-0,28%)
     
  • EUR/CAD

    1,3517
    -0,0052 (-0,38%)
     

Napoli, false vaccinazioni per 150 euro: arrestati infermiere e operatore sociosanitario

·1 minuto per la lettura
false vaccinazioni napoli
false vaccinazioni napoli

Le forze dell’ordine di Napoli hanno arrestato un infermiere e un operaore socio sanitario accusati di aver fatto false vaccinazioni a cittadini timorosi del vaccino ma volenterosi del green pass in cambio di 150 euro. Le inoculazioni simulate sarebbero state, secondo l’accusa, una trentina.

False vaccinazioni a Napoli

Tutto sarebbe avvenuto al’interno di un hub vaccinale di competenza della Asl Napoli 1. Secondo gli inquirenti l’infermiere avrebbe disperso le dosi di vaccino nel batuffolo di ovatta utilizzato per coprire la falsa puntura in cambio di denaro. In questo modo i cittadini hanno ottenuto la certificazione verde pur non essendo immunizzati.

False vaccinazioni a Napoli: arrestati infermiere e OSS

Dopo le indagini coordinate della seconda sezione della procura partenopea, il Gip di Napoli ha emesso, nei confronti dell’infermiere e dell’OSS (che avrebbe “reclutato” i cittadini disposti a pagare per una finta puntura), un’ordinanza di custodia cautelare in carcere e divieto di espatrio. Le accuse mosse nei loro confronti sono di corruzione per atti contrari ai doveri d’ufficio, peculato e falso in atto pubblico.

Le indagini hanno inoltre evidenziato che 14 persone tra coloro che avrebbero pagato per il falso vaccino apparterrebbero a categorie di lavoratori per le quali è previsto l’obbligo di vaccinazione.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli