Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.744,38
    +215,68 (+0,88%)
     
  • Dow Jones

    34.200,67
    +164,67 (+0,48%)
     
  • Nasdaq

    14.052,34
    +13,54 (+0,10%)
     
  • Nikkei 225

    29.683,37
    +40,67 (+0,14%)
     
  • Petrolio

    63,07
    -0,39 (-0,61%)
     
  • BTC-EUR

    46.016,45
    -5.271,00 (-10,28%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.398,97
    +7,26 (+0,52%)
     
  • Oro

    1.777,30
    +10,50 (+0,59%)
     
  • EUR/USD

    1,1980
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • S&P 500

    4.185,47
    +15,05 (+0,36%)
     
  • HANG SENG

    28.969,71
    +176,61 (+0,61%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.032,99
    +39,56 (+0,99%)
     
  • EUR/GBP

    0,8657
    -0,0026 (-0,30%)
     
  • EUR/CHF

    1,1021
    -0,0012 (-0,11%)
     
  • EUR/CAD

    1,4982
    -0,0028 (-0,18%)
     

Il Napoli vince 2-1 col Granada, ma non basta e dice addio all'Europa League

·2 minuto per la lettura

Il Napoli non ce la fa a ribaltare il 2-0 dell'andata e subisce una dolorosa eliminazione dall'Europa League. Il Granada esce sconfitta al Maradona per 2-1 ma il gol segnato da Montoro rende inutili le reti di Zielinski e Fabian Ruiz che avevano dato speranza, due volte, alla squadra di Gattuso che lascia la competizione ai sedicesimi di finale e manda gli spagnoli agli ottavi.

Il Napoli parte benissimo e con Zielinski trova subito il vantaggio. Il polacco si invola sulla trequarti indisturbato e dal limite lascia partire un tiro che non lascia scampo a Rui Silva. Gli azzurri però ballano dietro e due minuti dopo solo la bandierina dell'assistente annulla il gol di Puertas di testa libero in area piccola. Un segnale che qualcosa dietro non va e infatti al 25 il Granada pareggia ancora di testa con Montoro che non marcato da Rrahmani e Maksimovic svetta da centro area e batte Meret.

Il gol degli ospiti cambia inevitabilmente la gara perchè al Napoli servono ben 3 gol per passare il turno. Insigne e Politano suonano la carica ma le loro conclusioni non portano pericoli per la porta difesa da Rui Silva che però si fa trovare prontissimo al 35' quando vola sulla punizione a giro proprio di Insigne e la alza sulla traversa quanto basta per non concedere il gol. Il 2-1 il Napoli lo trova poi al 45' con Di Lorenzo ma questa volta la segnalazione di fuorigioco penalizza i padroni di casa che vanno sull'1-1 all'intervallo.

Gattuso non vuole mollare e nella ripresa toglie la difesa a 3 ripassando alla difesa a 4 e i cambi hanno effetto perché al 59 Fabian Ruiz, servito da Insigne, batte ancora Rui Silva questa volta sì per il 2-1 che ridà speranza ai suoi. La carta Mertens che si rivede dalla panchina porta subito scompiglio davanti a Rui Silva che però è mostruoso nel dire no prima a Insigne e poi a Ghoulam cementando il risultato sul 2-1 finale che elimina il Napoli mandando agli ottavi il Granada.

FORMAZIONI UFFICIALI Napoli (3-4-1-2): Meret; Maksimovic, Koulibaly, Rrahmani; Di Lorenzo, Fabian Ruiz, Bakayoko, Elmas; Zielinski; Politano, Insigne. Granada (4-2-3-1): Rui Silva; Foulquier, German, Domingos Duarte, Neva; Montoro, Brice; Puertas, Gonalons, Kenedy; Molina.​