Italia markets closed
  • Dow Jones

    29.638,64
    -271,73 (-0,91%)
     
  • Nasdaq

    12.198,74
    -7,11 (-0,06%)
     
  • Nikkei 225

    26.433,62
    -211,09 (-0,79%)
     
  • EUR/USD

    1,1933
    -0,0037 (-0,31%)
     
  • BTC-EUR

    16.264,86
    +51,50 (+0,32%)
     
  • CMC Crypto 200

    381,13
    +16,53 (+4,53%)
     
  • HANG SENG

    26.341,49
    -553,19 (-2,06%)
     
  • S&P 500

    3.621,63
    -16,72 (-0,46%)
     

Napoli, promotore protesta: "Grave danno a città per qualche facinoroso"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

"Purtroppo la situazione è degenerata ed è un vero peccato. Questa era una protesta pacifica dei ristoratori, degli imprenditori che chiedevano solo indennizzi e garanzie economiche. Qualche facinoroso ha deciso di infiltrarsi e rovinare tutto". Così all’Adnkronos l’avvocato Angelo Pisani, tra i promotori, in rappresentanza delle categorie di lavoratori in difficoltà, della protesta di oggi a Napoli contro le misure restrittive anti-coronavirus decise dal governatore campano Vincenzo De Luca, protesta nata con intenti pacifici che è poi degenerata con reiterati tentativi di raggiungere la sede della Regione Campania che hanno innescato scontri con la polizia.

"Noi aderiamo anche ai divieti - aggiunge Pisani - siamo vicini ai presidenti di Regione chiedendo loro che facciano delle richieste di sostegno. I disordini di questa sera rappresentano un grave danno per la città di Napoli e per la gente perbene. Se il problema, per colpa di alcuni facinorosi, si sposta sulla sicurezza, il danno diventa doppio".

"Noi condanniamo ogni tipo di violenza e caos che non fa bene a nessuno, la nostra rivendicazione era di tutela della salute e per ottenere indennizzi economici", conclude l’avvocato.