Italia Markets open in 6 hrs 57 mins

Nasce joint venture che studia l'auto del futuro

webinfo@adnkronos.com

(di Andreana d'Aquino)-  

Nuovo balzo per le tecnologie dell'automotive e a prometterlo è una nuova joint venture. Luxoft e Lg Electronics sono pronte infatti a progettare l’auto del futuro e, per realizzare l'obiettivo, hanno unito le forze annunciando la nascita di una nuova joint venture tra la società del gruppo Dxc Technology e il colosso coreano. Le attività della nuova società partiranno nel primo trimestre del 2020, la transazione è soggetta all’approvazione regolamentare e ad altre condizioni di chiusura di prassi, ma intanto già si guarda al futuro prossimo. 

"La joint venture con Lg permetterà di fare delle auto come se fossero ambienti totalmente digitalizzati, nei quali poter accedere in mobilità - molto più di quanto già non si possa fare oggi - a tutte le esperienze basate su piattaforme open" anticipa all'Adnkronos l'amministratore delegato di Dxc Technology Italia, Lorenzo Greco.  

La nuova joint venture punta a realizzare abitacoli totalmente digitalizzati, sistemi di ride-hailing e di infotainment per i veicoli, dispositivi per l’intrattenimento dei passeggeri dei sedili posteriori. "È un passaggio strategico -sottolinea Greco- che va nella direzione del totale cambio di paradigma che avverrà con l’autonomous driving". Una "rivoluzione -spiega- che coinvolgerà gradualmente il trasporto su gomma fino a cambiare radicalmente le nostre abitudini di vita realizzando enormi passi avanti in termini di sicurezza e di razionalità negli spostamenti".  

 

A questo scopo, continua Greco, "Dxc Technology sta collaborando con Bmw Group per realizzare e semplificare l'analisi dei dati e lo sviluppo di algoritmi in grado di ridurre i tempi e i costi dello sviluppo di veicoli autonomi e raccogliendo enormi quantità di dati da viaggi su strada forniti dalla flotta globale del colosso automobilistico tedesco utilizzata per le prove".  

Tecnologie ma non solo. Anche l'impatto sull'occupazione nel settore e le competenze digitali sono perimetri a cui la neonata joint venture dovrà guardare. "La trasformazione delle competenze è un punto centrale nell’attività globale condotta da Dxc Technology" assicura l'amministratore delegato per l'Italia. Greco spiega che "l'accordo con Lg non potrà che accelerare questo processo e far sì che le risorse di cui dispone il gruppo siano sempre più preparate alle nuove sfide".  

I numeri, d’altra parte, argomenta ancora il manager, "parlano chiaro: soltanto in Italia nel biennio fiscale 2018-2020 Dxc Technology ha garantito a quasi 3mila partecipanti oltre 50mila ore di formazione, con più di 1300 certificazioni e un investimento che supera i 3 milioni di euro". Insomma, osserva infine, "la rivoluzione digitale non ci coglierà impreparati per il semplice fatto che stiamo concretamente contribuendo a metterla in atto, forti di migliaia di risorse in grado di aggiornare continuamente le proprie competenze".