Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.863,98
    +86,22 (+0,25%)
     
  • Nasdaq

    13.446,34
    -305,90 (-2,22%)
     
  • Nikkei 225

    29.518,34
    +160,52 (+0,55%)
     
  • EUR/USD

    1,2148
    -0,0021 (-0,17%)
     
  • BTC-EUR

    46.668,88
    -1.010,04 (-2,12%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.514,67
    -46,62 (-2,99%)
     
  • HANG SENG

    28.595,66
    -14,99 (-0,05%)
     
  • S&P 500

    4.202,19
    -30,41 (-0,72%)
     

Nasce la Camera Avvocati Industrialisti

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 21 apr. (askanews) - La Camera Avvocati Industrialisti, nata per iniziativa di un gruppo di avvocati operanti nel settore della proprietà industriale e intellettuale (marchi, brevetti, concorrenza sleale, diritto d'autore), è una nuova realtà associativa rivolta alla diffusione e alla promozione della cultura giusindustrialistica. Con i propri fondatori - Cristiano Bacchini, Luigi Goglia, Alberto Tornato, Antonio Bana, Mario Pisapia, Simona Lavagnini e Iuri Maria Prado - la Camera Avvocati Industrialisti - informa una nota - ha l'obiettivo di porsi quale motore di iniziative di taglio scientifico-culturale e di aggiornamento in questo importante settore, rivolgendosi agli ambienti istituzionali e accademici, dell'impresa, della giurisdizione e dell'avvocatura affinché sia diffusamente e meglio compresa l'esigenza di una maggiore attenzione a una materia così rilevante per l'ordinamento economico e lo sviluppo tecnologico del Paese.

Per i promotori: "Una pluralità di emergenze - dalla partecipazione italiana al c.d. patent package, al dibattito sulla riforma dell'assetto giurisdizionale - pone infatti l'Italia di fronte a decisive occasioni di scelta tecnica e politica che richiedono informazione e opportuna meditazione, tanto più in vista della ripresa all'esito del periodo difficile vissuto dalla comunità economica e professionale".

"La Camera Avvocati Industrialisti - spiega il presidente Iuri Maria Prado - si propone di partecipare in modo fattivo in questo scenario, che vede gli strumenti della proprietà industriale e intellettuale quali elementi di notevole stimolo e rilancio".