Italia markets close in 6 hours 51 minutes
  • FTSE MIB

    27.019,10
    -118,88 (-0,44%)
     
  • Dow Jones

    35.719,43
    +492,40 (+1,40%)
     
  • Nasdaq

    15.686,92
    +461,76 (+3,03%)
     
  • Nikkei 225

    28.860,62
    +405,02 (+1,42%)
     
  • Petrolio

    71,71
    -0,34 (-0,47%)
     
  • BTC-EUR

    44.557,68
    -1.363,27 (-2,97%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.307,89
    -13,39 (-1,01%)
     
  • Oro

    1.789,20
    +4,50 (+0,25%)
     
  • EUR/USD

    1,1293
    +0,0020 (+0,18%)
     
  • S&P 500

    4.686,75
    +95,08 (+2,07%)
     
  • HANG SENG

    23.996,87
    +13,21 (+0,06%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.268,71
    -7,49 (-0,18%)
     
  • EUR/GBP

    0,8521
    +0,0013 (+0,15%)
     
  • EUR/CHF

    1,0430
    +0,0012 (+0,12%)
     
  • EUR/CAD

    1,4256
    +0,0010 (+0,07%)
     

Nasce Plenitude, Eni quota attività rinnovabili e retail

·2 minuto per la lettura

Si chiama Plenitude la società del gruppo Eni che riunisce le attività nel retail e nelle energie rinnovabili e che sarà quotata in Borsa entro la fine del 2022 . I vertici del gruppo dell'energia hanno presentato la nuova società alla comunità finanziaria a Milano e hanno indicato gli obiettivi per i prossimi anni. Fra questi c'è l'impegno a raggiungere il target di emissioni nette pari a zero entro il 2040, fornendo il 100% di energia decarbonizzata a tutti i clienti. La quotazione di Plenitude, ha spiegato l'amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi, "è un caposaldo della nostra strategia di decarbonizzazione e un passaggio fondamentale della trasformazione in atto di Eni". La nuova società "attirerà nuovo capitale, libererà valore e accelererà la transizione energetica". Eni manterrà una quota di maggioranza in Plenitude, che dovrebbe avere un flottante in Borsa attorno al 20-30% del capitale. La quotazione avverrà nel corso del 2022, "ma bisogna prendere le finestre temporali giuste, vista l’alta volatilità" dei mercati, ha aggiunto Descalzi.

Sul fronte retail la società punta a 11,5 milioni di clienti entro il 2025, dai 10 milioni attuali, e a oltre 15 milioni entro il 2030, mentre nelle rinnovabili l’obiettivo è di raggiungere oltre 6 Gigawatt di capacità installata rinnovabile entro il 2025, supportato da una pipeline di progetti già identificati, per poi superare i 15 Gw entro il 2030. Nel segmento della mobilità elettrica, poi, dagli attuali 6.500 punti di ricarica, il target di Plenitude è di ampliare la rete con un piano di crescita rapida in Europa, raggiungendo oltre 31mila punti di ricarica entro il 2030.

Per raggiungere questi obiettivi la crescita sarà guidata da un piano di investimenti medi annui di 1,8 miliardi di euro nel periodo 2022-2025, concentrati soprattutto sulle attività rinnovabili che attrarranno oltre l'80% della spesa complessiva. Sul fronte finanziario Plenitude punta a un Ebitda più che raddoppiato, da 0,6 miliardi di euro nel 2021 a 1,3 miliardi nel 2025, e a un flusso di cassa operativo di circa 1 miliardo entro il 2025. Il debito netto sarà prossimo a zero il primo gennaio 2022

L'amministratore delegato della nuova società, Stefano Goberti, ha spigato che Plenitude è "l’avamposto della strategia di decarbonizzazione di Eni. Possiamo contare su un bilancio solido, un accesso indipendente ai mercati finanziari, la disponibilità di cassa generata dal retail e un'organizzazione strutturata supportata da un forte azionista di riferimento".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli