Italia markets open in 1 hour 29 minutes
  • Dow Jones

    31.270,09
    -121,43 (-0,39%)
     
  • Nasdaq

    12.997,75
    0,00 (0,00%)
     
  • Nikkei 225

    28.930,11
    -628,99 (-2,13%)
     
  • EUR/USD

    1,2064
    -0,0003 (-0,02%)
     
  • BTC-EUR

    41.224,77
    +18,62 (+0,05%)
     
  • CMC Crypto 200

    997,04
    +9,83 (+1,00%)
     
  • HANG SENG

    29.246,29
    -634,13 (-2,12%)
     
  • S&P 500

    3.819,72
    -50,57 (-1,31%)
     

Natalia Aspesi: "Non voglio pensare di aspettare anni per il vaccino. Non fate lo sgambetto a noi vecchi"

Silvia Renda
·Collaboratrice Social News
·1 minuto per la lettura
Natalia Aspesi (Photo: Ansa)
Natalia Aspesi (Photo: Ansa)

“E io?”. La domanda resta appesa nell’articolo scritto da Natalia Aspesi su Repubblica. La giornalista si chiede quando toccherà a lei sottoporsi alla vaccinazione contro il coronavirus.

Ho 91 anni, fascia di età in cui non credo si sia in milioni, in più la nostra Moratti ragionando di Pil (e prima non era venuto in mente a nessuno, neanche ai più Torquemada) ha proposto di privilegiare per la distribuzione dei vaccini le zone più produttive, quindi la Lombardia quindi Milano quindi me, anche se personalmente non partecipo alla produzione. [...]. Io non sono né ricca né povera, e pur stando idealmente e politicamente e altro dalla parte dei poveri, pur deprecando l’ingiustizia dell’eventuale privilegio del Pil lombardo, non me ne sottrarrei. Insomma mi farei subito vaccinare, vergognandomi un po’, ma pazienza. Infatti non voglio pensare di dover aspettare anni, soprattutto tenendo conto della gara che c’è tra la mia sopravvivenza e i miei anni.

La giornalista si chiede che fine abbiano fatto i no-vax “che tanto tumultuavano quando il vaccino non c’era, e adesso che c’è non hanno più tempo di manifestare”.

Fino adesso chi è chiamato può dire di no, ma non so quanti abbiano davvero rifiutato né credo che poi saranno in tanti. Temo invece di vederli correre sgomitando appena possibile, magari facendo lo sgambetto a noi vecchi per arrivare prima.

Continua a leggere l’articolo su Repubblica

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.