Italia markets open in 1 hour 24 minutes
  • Dow Jones

    33.309,51
    +535,11 (+1,63%)
     
  • Nasdaq

    12.854,80
    +360,88 (+2,89%)
     
  • Nikkei 225

    27.819,33
    -180,63 (-0,65%)
     
  • EUR/USD

    1,0286
    -0,0016 (-0,15%)
     
  • BTC-EUR

    23.881,58
    +1.393,99 (+6,20%)
     
  • CMC Crypto 200

    579,47
    +48,25 (+9,08%)
     
  • HANG SENG

    19.912,50
    +301,66 (+1,54%)
     
  • S&P 500

    4.210,24
    +87,77 (+2,13%)
     

Negli ultimi 40 anni l'uomo ha stravolto i fiumi del mondo

no credit

AGI - Negli ultimi 40 anni, gli esseri umani hanno causato cambiamenti senza precedenti e consequenziali al trasporto dei sedimenti fluviali, secondo un nuovo studio del Dartmouth College, negli Stati Uniti, pubblicato sulla rivista Science. Il modo in cui funzionano i fiumi è significativamente influenzato dalla quantità di sedimento che trasportano e da dove viene depositato.

I sedimenti fluviali, principalmente sabbia, limo e argilla, svolgono un ruolo ecologico fondamentale, poiché forniscono l'habitat per gli organismi a valle e negli estuari. È anche importante per la vita umana, fornendo nutrienti ai suoli agricoli delle pianure alluvionali e tamponando l'innalzamento del livello del mare causato dai cambiamenti climatici fornendo sabbia ai delta e alle coste. Tuttavia, queste funzioni sono in pericolo

Utilizzando le immagini satellitari Landsat della NASA e gli archivi digitali di dati idrologici, i ricercatori di Dartmouth hanno esaminato i cambiamenti nella quantità di sedimenti trasportati negli oceani da 414 dei più grandi fiumi del mondo dal 1984 al 2020. "I nostri risultati raccontano una storia di due emisferi. Il nord ha visto importanti riduzioni del trasporto di sedimenti fluviali negli ultimi 40 anni, mentre il sud ha visto grandi aumenti nello stesso periodo", ha affermato l'autore principale Evan Dethier, post-doc a Dartmouth.

"Gli esseri umani sono stati in grado di alterare i fiumi più grandi del mondo a velocità che non hanno precedenti nella recente documentazione geologica. La quantità di sedimenti trasportati dai fiumi è generalmente dettata da processi naturali nei bacini idrografici, come quanta pioggia c'è o se ci sono frane o vegetazione. Scopriamo che le attività umane dirette stanno sopraffacendo questi processi naturali e persino superando gli effetti del cambiamento climatico".

"In molti casi in tutto il mondo, abbiamo costruito il nostro ambiente attorno ai fiumi e al modo in cui operano, per l'uso nell'agricoltura, nell'industria, nel tempo libero, nel turismo e nei trasporti, ma quando l'attività umana interrompe improvvisamente il modo in cui i fiumi funzionano, potrebbe diventare difficile adattarsi in tempo reale a tali impatti", ha concluso Dethier.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli