Italia markets closed
  • Dow Jones

    30.996,25
    +36,25 (+0,12%)
     
  • Nasdaq

    13.666,68
    +30,69 (+0,23%)
     
  • Nikkei 225

    28.546,18
    -276,11 (-0,96%)
     
  • EUR/USD

    1,2168
    +0,0024 (+0,19%)
     
  • BTC-EUR

    26.460,51
    +73,52 (+0,28%)
     
  • CMC Crypto 200

    649,18
    +1,86 (+0,29%)
     
  • HANG SENG

    29.391,26
    -767,75 (-2,55%)
     
  • S&P 500

    3.859,16
    +3,80 (+0,10%)
     

Nel 2021 arriva il primo Btp “Green”

Fabrizio Arnhold
·1 minuto per la lettura
Nel 2021 arriva il primo Btp “Green”
Nel 2021 arriva il primo Btp “Green”

Il primo green bond sarà lanciato nel primo trimestre del 2021, si parte con una platea di investitori istituzionali ma potrebbero essere coinvolti anche i retail. Il Btp short term sostituirà il Ctz

Il Tesoro nel primo trimestre del 2021 lancerà la prima emissione di un Btp Green. Il titolo sarà collocato presso investitori istituzionali anche se “stiamo facendo una riflessione sulla possibilità di una presenza anche del retail”, ha commentato Davide Iacovoni, capo della direzione del Tesoro per la gestione del debito pubblico, illustrando le linee guida di gestione del debito pubblico nel 2021.

ALMENO UNA EMISSIONE DI BTP FUTURA

Non ci sarà solo il Btp Green. L’anno prossimo il Tesoro continuerà a “presidiare i titoli retail e ci sarà almeno una emissione del Btp Futura”, ha proseguito Iacovoni. Resta in dubbio, invece, l’emissione di un nuovo Btp Italia. Nonostante sia un “titolo che ha successo”, il Tesoro non dà “per sicura una nuova emissione”.

IL BTP SHORT TERM SOSTITUIRÀ IL CTZ

Nel breve termine, il Tesoro sostituirà il Ctz con un nuovo titolo che si chiamerà “Btp short term”. Sarà un titolo con cedola variabile tra 18 e 30 mesi. “Questo nuovo titolo – ha precisato il capo della direzione del Tesoro – nella prima fase avrà cedola molto bassa o pari a zero” e “sarà emesso a fine mese con titoli del segmento inflazione".

BASE DI INVESTITORI DOMESTICA

"Siamo convinti dell’efficacia di questa azione perché il Ctz è uno strumento con base di investitori domestica e abbastanza limitata”, ha concluso Iacovoni. La nuova emissione partirà quando il collocamento del Ctz in corso avrà raggiunto un ammontare in circolazione adeguato a garantirne la liquidità.