Italia Markets open in 2 hrs 48 mins

Nell'aria una breve fase risk-off: come agire e su quali titoli

Davide Pantaleo
 

Di (KSE: 003160.KS - notizie) seguito riportiamo l’intervista realizzata a Pietro Origlia con domande sull’indice Ftse Mib e su alcune delle blue chips quotate a Piazza Affari.

L'indice Ftse Mib sta indietreggiando dopo aver provato a superare l'ostacolo dei 24.000 punti. La corsa al rialzo è da considerare conclusa per ora?

Dopo un inizio d'anno all'insegna dei record sui principali mercati azionari internazionali, nelle ultime ore si stanno paventando i primi segnali che annuncerebbero una possibile debolezza di breve per l'equity. Un rischio che riguarda in particolar modo i listini del Vecchio Continente che potrebbero pagare il rally dell'EURO, spintosi fin oltre la soglia degli 1.24 nei confronti del DOLLARO, sulla scia del protezionismo targato Trump.

In un contesto generale sempre impostato al rialzo, ora il focus degli investitori è tutto rivolto alla riunione della BCE (Toronto: BCE-PRA.TO - notizie) che nel pomerigio odierno dovrà in qualche modo chiarire le prossime mosse in tema di politica monetaria.

Che un possibile risk-off di breve possa essere nell'aria ci viene confermato anche dalla corsa dell'ORO, classico bene rifugio, che nella giornata di ieri si è spinto in direzione dei massimi di settembre 2017 posti in area 1360 dollari. Oltre tale soglia si potrebbero avere nuovi allunghi in direzione dei 1400 dollari l'oncia.

Seconda seduta consecutiva al ribasso quella di ieri per Piazza Affari con il Ftse Mib che, dopo essersi spinto nella giornata di martedi in direzione dei 24mila punti (target segnalato la scorsa settimana), torna nei pressi dei 23.600 punti.
Sotto questo livello è possibile una prosecuzione delle vendite in direzione dei 23.300 e a seguire dei 23.000-23.150 punti, dove è possibile un ritorno degli acquisti.

Tra i bancari ieri Unicredit (EUREX: DE000A163206.EX - notizie) e Intesa Sanpaolo (Amsterdam: IO6.AS - notizie) hanno imboccato strade diverse con il primo in frazionale rialzo e il secondo in ribasso. Cosa può dirci di questi due titoli?

Il trend rialzista del titolo UNICREDIT innescatosi ad inizio anno, si è arrestato a contatto con le forti resistenze poste sui 18 euro.
Nel (Londra: 0E4Q.L - notizie) breve le attese sono per un possibile pullback in direzione dei primi sostegni situati sui 17 euro.

Sicuramente meglio impostato il titolo INTESA SANPAOLO che, dopo aver brekkato al rialzo le forti resistenze situate sui 3 euro, ora potrebbe tornare a testare i livelli appena segnalati prima di un ritorno degli acquisti.

I protagonisti del lusso sono tornati sotto i riflettori nelle ultime sedute: qual è in particolare la sua view su Moncler e Salvatore Ferragamo (Londra: 0P52.L - notizie) ?

Non cambia la view sempre positiva su MONCLER per il quale ogni fase di debolezza al momento rappresenta sempre una nuova occasione di acquisto. Nel breve le attese sono per un nuovo test sui 27.50 euro, oltre i quali dovremmo avere nuovi allunghi.

Situazione diversa per SALVATORE FERRAGAMO, il cui trend di fondo è sempre al ribasso, ma durante la settimana il titolo ha brekkato al rialzo la trendline ribassista che parte dai top di Giugno 2017. Sopra (Parigi: FR0013101532 - notizie) questi livelli il titolo avrebbe un primo target sui 23.80 euro e a seguire verso i 24,35 euro.

Nel settore assicurativo qual è il suo giudizio su Generali (EUREX: 566030.EX - notizie) e UnipolSai (Amsterdam: UQ8.AS - notizie) ? Quali i livelli da seguire nel breve?

Fase rialzista per GENERALI che con la tenuta dei 16 euro dovrebbe proseguire il suo trend in direzione dei 16,5 euro prima e dei 17 euro in seguito.

Situazione positiva anche per UNIPOLSAI che dopo aver superato la soglia dei 2 euro avrebbe un primo target sui 2.10 euro.

Quali sono i titoli che sta seguendo con più interesse in questa fase di mercato? A quali consiglia di guardare ora?

Tra i titoli interessanti segnalo AZIMUT (Milano: AZM.MI - notizie) con conferme oltre i 19 euro, SAIPEM (Londra: 0NWY.L - notizie) con break dei 4.18 euro ed infine ANIMA con conferme oltre i 6.70 euro.

Buon trading

Per consultare le PERFORMANCE dei nostri PORTAFOGLI clicca qui

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online