Italia markets open in 3 hours 49 minutes

Netto calmieramento Btp, spread 249 con intervento Bce-Bankitalia

Voz

Roma, 18 mar. (askanews) - Netto calmieramento sui titoli di Stato dell'Italia, dopo interventi mirati effettuati dalla Banca d'Italia, su mandato della Bce, a seguito di una brusca impennata questa mattina di tassi di interesse e spread. Nel pomeriggio i rendimenti dei Btp a 10 anni ritracciano al 2,26%, segnando perfino una moderazione, pari a 10 punti base, rispetto alla chiusura di ieri. In questo modo lo spread, il differenziale rispetto ai tassi retributivi dei Bund si stringe a 249 unti base.

Precedentemente i tassi sui titoli decennali della Penisola erano arrivati ad avvicinarsi al 3%, sui nuovi massimi da giugno 2019, e lo spread aveva superato i 320 punti base. Il quadro resta comunque molto volatile.

Data la situazione, a quanto si apprende da fonti finanzarie, è tornato ad intervenire l'Eurosistema con acquisti calmieranti, tramite la Banca d'Italia, come previsto dalla flessibilità che il Consiglio direttivo Bce ha voluto dare al suo nuovo programma di acquisti di titoli, il Qe potenziato la scorsa settimana con 120 miliardi supplementari entro la fine dell'anno.

Questa flessibilità consente alla Bce di superare momentaneamente le soglie sugli acquisti dei titoli di singoli Paesi, legate alle rispettive quote di capitale degli Stati nell'istituzione, "comprimendo" in un mese gli acquisti previsti su un periodo più prolungato, ribilanciandoli poi nei mesi successivi.