Italia Markets closed

Network bitcoin nel 2019 consumerà più energia degli Stati Uniti

A24/Pau

New York, 7 dic. (askanews) - Il bitcoin continua ad aumentare il suo valore e ha raggiunto un nuovo record, toccando i 19mila dollari, riuscendo a guadagnare il 40% in sole 40 ore. Sembra che la moneta digitale stia istituzionalizzandosi, anche se diversi analisti sostengono che sia ancora poco stabile e a rischio di improvvisi cambi di segno. Ma un altro punto a cui pochi fanno caso è l'impronta sull'ambiente di bitcoin, che essendo una valuta digitale, consuma corrente per poter esistere.

Un articolo pubblicato dal magazine che si occupa di ambiente, Grist, sostiene che Bitcoin inquini molto e sprechi molta energia, soprattutto proveniente da fonti fossili, per le sue transazioni. Le valute digitali necessitano di computer e server che facciano operazioni, sia per gli scambi che per le attività di "mining", cioè creare nuovi bitcoin.

Il magazine calcola che ogni transazione di valuta digitale richieda la stessa quantità di energia usata da nove case americane in un giorno. E andando avanti di questo passo nel 2019 si prevede che Bitcoin consumi più energia di quella usata dagli Stati Uniti attualmente. In questo momento il network Bitcoin sta aumentando il suo fabbisogno di energia a 450 gigawatt all'ora, che è l'energia che serve ad Haiti in un anno.